Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Fotografia e Videocamere

Si amplia la gamma mirrorless Sony: arriva la a6400
17.01.2019 - Novità e anteprime

Si amplia la gamma mirrorless Sony: arriva la a6400

Potente, veloce e con un sensore APS-C da 24,2 MP, la nuova Sony a6400 ha tutto quello che serve per scatti d’autore, compreso un velocissimo autofocus e un comodo schermo touch ribaltabile.

Sony ha sempre creduto nell’importanza e nella validità delle fotocamere digitali mirrorless e la propria gamma alpha (serie 5000 e serie 6000) è da anni in cima alle preferenze degli utilizzatori di tutto il mondo. Ora nella gamma a6000 arriva la nuova a6400, che di fatto si inserisce (senza sostituirle) tra l’a6300 e l’a6500.

Più funzioni e nuovo sensore

La Sony a6400 si presenta esternamente simile alle altre Sony mirrroless della serie 6000, con corpo compatto, vistosa impugnatura e non molti comandi esterni. È dotata di un sensore CMOS da 24,2 MP in formato APS-C, dotato di sistema di messa a fuoco a rilevamento di fase superveloce (0,02 secondi stando alla casa giapponese, un vero record), affiancato da un processore d’immagine Bionz X con sistema di riconoscimento (eye-tracking) in tempo reale a intelligenza artificiale. Gli scatti sono possibili fino alla velocità di 11fps anche in formato RAW, con una sensibilità ISO che arriva a 32000 in modalità standard, il che gli dovrebbe permettere una importante riduzione di rumore. Questa potenza e velocità d’elaborazione è più che utile anche nelle riprese video, visto che è possibile riprendere fino alla risoluzione 4K senza rallentamenti, oppure in Full HD fino a 120 fps. Immancabile oramai anche la possibilità di effettuare scatti in formato HDR

Sony A6400

Corpo compatto ma senza rinunce

Dicevamo dell’estetica della a6400: in questo nuovo corpo in lega di magnesio è sicuramente positiva la presenza dello schermo da 3 pollici da 921.000 pixel ribaltabile a 180°, un must di cui - una volta adottato - è difficile fare a meno, visto che permette una maggiore flessibilità operativa, quando si scatta in posizione scomode o magari per riuscire a vedere meglio senza i riflessi del Sole, o più semplicemente per riuscire a farsi un autoscatto stile smartphone. Lo schermo è anche touchscreen, così da poterlo usare per scegliere le funzioni tramite pochi tocchi. Esiste anche un mirino elettronico OLED Tru-finder da 2,36 MP. Le connessioni prevedono Wi-Fi, Bluetooth e NFC, per una veloce accoppiamento con smartphone Android. La nuova Sony alpha 6400 sarà disponibile da questo febbraio, posizionandosi come prezzo a un paio di centinaia di euro sotto all’a6500.

Sony A6400