Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Elettrodomestici

Speciale Asciugatrici: addio panni stesi
09.11.2018 - Novità e anteprime

Speciale Asciugatrici: addio panni stesi

L’Asciugatrice è un elettrodomestico sofisticato che consente di risparmiare tempo e spazio trattando con delicatezza anche i tessuti più preziosi e senza pesare sui consumi di energia elettrica. Ecco una breve guida per scegliere quella più adatta alle proprie esigenze.

Le asciugatrici offrono la comodità di un bucato igienizzato e subito pronto da stirare o riporre nei cassetti, indipendentemente dalla stagione. Utilizzandole si ha l’indubbio vantaggio di non occupare spazio in casa con ingombranti stendibiancheria. Inoltre, si evita di aumentare il livello di umidità nelle stanze, scongiurando problemi di condensa o muffa sui muri e spiacevoli conseguenze per la salute. I modelli oggi in commercio, a differenza di quanto accadeva in passato, offrono prestazioni di qualità a fronte di un dispendio energetico relativamente basso, in classe A o addirittura superiore. Molte asciugatrici, inoltre, mettono a disposizione cicli veloci pensati per essere ecologici e ottimizzare ulteriormente i consumi di elettricità

Speciale asciugatrici

Opzioni che semplificano la vita

L’offerta di dryer (il termine inglese per indicare le asciugatrici) è ampia ed è possibile scegliere quello più adatto alle proprie esigenze a seconda di abitudini, stile di vita e nucleo familiare.
Al di là dei classici cicli di asciugatura che variano principalmente per quanto riguarda durata e temperatura, da impostare in base al carico, diversi modelli offrono funzioni speciali per asciugare con maggiore attenzione i tessuti più delicati, come lana e seta, ma non solo. Esistono asciugatrici che rinfrescano gli abiti con il vapore per restituirceli privi di odori e pronti da indossare senza bisogno di lavarli, e altre dotate di opzioni di asciugatura antipiega, così da facilitare le operazioni di stiro.
I grandi elettrodomestici diventano sempre più intelligenti e questo vale pure per quelli dedicati all’asciugatura: molti dryer sono equipaggiati di sensori che valutano autonomamente la quantità di abiti e il grado di umidità dei capi da trattare, per impostare automaticamente il ciclo migliore. Altri possono essere regolati e controllati da remoto, installando una app sul proprio dispositivo mobile.

Questioni di spazio

Le asciugatrici possono essere comodamente impilate in colonna sulla lavatrice che si possiede già, indipendentemente dalla marca, a formare la cosiddetta “colonna bucato”. Esistono anche in versione slim, con profondità ridotta per chi avesse problemi di spazio. In questo caso, di solito, consentono di asciugare fino a 7 kg. L’alternativa è quella di affidarsi a una lavasciuga, che rappresenta una soluzione ideale per chi vorrebbe risparmiare sia in termini di spazio occupato sia di co­sti. La lavasciuga, infatti, offre al prezzo e all’ingombro di un solo prodotto le funzioni di due, perché è in grado sia di lavare sia di asciugare. Vanno però tenuti in conto alcuni elementi che distinguono la lavasciuga da una colonna bucato tradizionale: primo le sue prestazioni sono leggermente inferiori a quelle dei due elet­trodomestici separati, secondo il carico massimo in lavaggio è superiore rispetto a quello permesso in asciugatura. Per fare un esempio, una lavasciuga da 9 kg in lavaggio potrebbe trattarne 7 o 6 in asciugatura.

Tecnologie all’avanguardia

Come funziona un ciclo di asciugatura? In parole semplici l’elettrodomestico produce calore che immette nel cestello per estrarre l’umidità dai capi appena lavati. La maggior parte dei dryer oggi in commercio sfrutta una pompa di calore, basata su un motore e un circuito di compressione, paragonabile a quello che si trova nei condizionatori d’aria a parete dual split. Questa tecnologia richiede un minore dispendio di energia elettrica rispetto a quanto accadeva con i modelli di qualche anno fa, detti “a condensazione”, che invece creavano calore mediante una resistenza elettrica.
Le asciugatrici dotate di compressore Inverter, oltre a mantenere bassi i consumi, assicurano cicli silenziosi e una vita più lunga all’elettrodomestico perché il funzionamento del compressore alla base della pompa di calore è regolato in maniera fine a seconda dei diversi programmi di asciugatura.

Pulizia e manutenzione

L’umidità che viene estratta dai tessuti viene raccolta in un serbato­io condensatore che va periodicamente svuotato: di solito quando è necessario farlo la macchina lo segnala con l’accensione di una spia. Perché l’elettrodomestico continui a funzionare correttamente a lungo è fondamentale mantenere pulito il filtro che cattura lanugine e altri residui di tessuto, altrimenti si registrerebbe un significativo calo nelle prestazioni. I modelli tecnologicamente più avanzati sono dotati di un filtro che si svuota automaticamente dopo ogni ciclo di asciugatura, così da ridurre al minimo la manutenzione (che va comunque effettuata, anche se meno frequentemente). La Bosch WTW855R9IT, ad esempio, sfrutta un sistema di pulizia automatica che utilizza l’acqua di condensa raccolta per pulire condensatore e filtro fino a 4 volte durante l’asciugatura.

Speciale asciugatrici

Asciugare senza stressare i capi delicati

La Electrolux Perfect Care 800 (EW8HE88S3) è un ottimo esempio di asciugatrice a Pompa di Calore che offre consumi ridotti (in classe A++) ed è dotata di programmi speciali che consentono di risparmiare tempo e fatica. Tra le tecnologie impiegate ci sono DelicateCare System per un’asciugatura soft di qualsiasi tipologia di tessuto, il programma Lana certificato Woolmark adatto anche al cachemire e GentleCare System, che riduce le temperature applicate per capi belli più a lungo. Le alte temperature, infatti, non sono indicate per qualsiasi tipologia di indumento e alla lunga rischiano di infeltrire i tessuti e restringere o sformare i capi. Alla base dei sistemi di asciugatura più sofisticati ci sono dei sensori, che rilevano la quantità di capi nel cestello e la loro umidità per programmi personalizzati. Questo modello Electrolux ha un cesto formato XXL con rotazione bidirezionale, perfetto quando c’è la necessità di trattare lenzuola e piumoni. Infine, grazie al Sistema filtrante EcoFlow le operazioni di manutenzione sono più semplici: il filtro è uno solo (mentre molti modelli ne hanno due) e capace di bloccare le particelle di residui più fini. Il livello di rumorosità medio di un ciclo, infine, è pari a soli 66 dB.

Semplice ed efficiente

Chi cerca un modello di facile utilizzo, che asciughi garantendo il massimo dell’efficienza energetica oggi disponibile sul mercato per i dryer, può affidarsi ad esempio al DRX732W di Beko, in classe A+++, che offre 15 programmi tra cui scegliere in base al tipo di tessuto e alla quantità di panni nel cestello, compreso il velocissimo Xpress Super Short da soli 14 minuti. C’è poi il programma dedicato alle camicie della durata pari a 30 minuti e quello denominato Babyprotect, per asciugare senza spiacevoli sorprese i capi estremamente delicati dei neonati. L’avvio dell’elettrodomestico può essere programmato grazie al timer per la partenza ritardata 0-24 ore. Silenziosità 65 dB.

Due in uno

In classe A, la lavasciuga INDESIT INNEX XWDE lava un massimo di 9 kg e ne asciuga fino a 6. Bastano 2 secondi e un solo tasto per accendere, impostare il programma e avviare un ciclo di lavaggio e asciugatura adatto a cotone e sintetici: l’operazione è talmente semplice che può essere affidata anche a un bambino. Con il programma Wash&Dry 45 è possibile ottenere capi pronti da indossare o riporre negli armadi in soli 45 minuti complessivi. Tra le tante opzioni disponibili ci sono quella Antimacchia per trattare velocemente gli abiti particolarmente sporchi, un ciclo di protezione capi scuri per evitare di scolorirli e infine il Ciclo Autopulizia, che pulisce le parti interne dell’elettrodomestico senza necessità di utilizzare olio di gomito o detergenti speciali. Igienizza il cestello a 90° C neutralizzando i cattivi odori e ripristinando un ambiente di lavaggio e asciugatura sicuro e pulito. E quando si va di fretta basta scegliere Airfresh: rinfresca rapidamente i capi puliti rimuovendo i cattivi odori, in soli 30 minuti, utilizzando l’aria calda che penetra nelle fibre.

Speciale asciugatrici