E-scooter S3 Pro di Vivobike: l'alternativa sostenibile | Euronics

Attenzione alle truffe a marchio Euronics

Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Movies & Games

E-scooter S3 Pro di Vivobike: l'alternativa sostenibile
04.11.2019 - Novità e anteprime

E-scooter S3 Pro di Vivobike: l'alternativa sostenibile

Il nuovo monopattino elettrico della casa produttrice italiana è pensato per muoversi quotidianamente in città, anche per lunghe distanze e in tutta sicurezza.

Arriva a dicembre nei negozi E-scooter S3 PRO, il nuovo monopattino di Vivobike, brand italiano emergente nel campo della mobilità elettrica sostenibile. Dotato di un robusto telaio in alluminio, monta ruote da 8.5” di tipo tubeless. Sono prive di camere d’aria e impermeabili all’aria esterna: dovrebbero quindi essere meno soggette alle classiche forature e più resistenti alle sollecitazioni, perché maggiormente deformabili, ovvero più inclini ad adattarsi alle asperità del terreno e ai movimenti.
E-scooter S3 PRO è provvisto di un pratico cavalletto laterale estraibile, per fermare il mezzo in tutta sicurezza (durante le soste brevi). Si ripiega facilmente grazie al sistema di sgancio rapido, che permette di richiudere il manubrio sulla ruota posteriore rendendo così più agile il trasporto.

Progettato per i cittadini

Adatto agli spostamenti lunghi e ai classici saliscendi che devono fare tutti coloro che si spostano in città, E-scooter S3 PRO può raggiungere velocità fino a 25 km orari. È in grado di affrontare senza difficoltà pendenze del 15%, grazie al potente motore da 350 W. Inoltre, risulta facile da gestire anche nel traffico urbano più intenso. Il freno a disco posteriore si può azionare dal manubrio, mentre il sistema di frenata tramite parafango e freno a motore garantiscono un arresto sicuro e rapido in ogni condizione.

Lunga durata della batteria estraibile

Grazie alla batteria da 10.000 mAh i passeggeri di E-scooter non rischiano di rimanere a piedi. E-scooter S3 PRO può infatti percorrere fino a 30 o 35 chilometri prima di scaricarsi. La batteria è facilmente estraibile, sia per una questione di comodità sia per scongiurare furti durante una breve sosta.

Un occhio di riguardo alla sicurezza

Per muoversi in sicurezza in tutti gli ambienti e anche al buio, Vivobike ha dotato E-scooter S3 PRO di un potente faro anteriore LED, di un fanalino posteriore con luci d’arresto e di un segnalatore acustico posizionato sul manubrio, per avvisare per tempo del proprio passaggio. Un accorgimento fondamentale data la bassa rumorosità del mezzo. E-scooter è caratterizzato da un design underground che non passa inosservato: livera nera con rifiniture rosse e un luminoso display LED. 

Escooter

Il Decreto Legge

Dallo scorso luglio è in vigore il decreto attuativo denominato “Toninelli”, dal nome dell’ex Ministro dei Trasporti. Decreto che consente ufficialmente la circolazione nelle città italiane dei monopattini elettrici e degli altri microveicoli come segway, hoverboard e monowheel. Un via libera che vale sia per i mezzi privati sia per quelli in sharing. Città come Milano, Torino, Verona e Rimini si sono già adeguate mettendo a disposizione dei cittadini diversi servizi di noleggio di monopattini elettrici e simili.  

Le regole da rispettare

Il limite massimo di velocità è di 20 km orari. La circolazione su strada è consentita solo in città e sulle piste ciclabili. Per l’esattezza è permessa, previa delibera comunale, su aree pedonali, percorsi pedonali e ciclabili, piste ciclabili in sede propria e su corsia riservata, zone a 30 Km/h e strade con limite di velocità di 30 km/h.
I veicoli sprovvisti di luci non possono circolare al buio e neppure di giorni in condizioni di scarsa visibilità. Inoltre il motore non può avere una potenza superiore ai 500 W. Attenzione: i monopattini che possono viaggiare a più di 6 km orari devono essere omologati. Di fatto, la legge prevede che il monopattino debba avere un regolatore di velocità che consenta di contenerla a 20 Km orari, quindi i 30 o 35 km permessi da questi mezzi non devono poter essere raggiunti. Mentre nelle aree pedonali la velocità consentita è di 6 km/h: il regolatore di velocità deve essere quindi configurabile.
Per i minori che si spostano in monopattino è obbligatorio avere la patente pensata per il motorino. I Comuni provvederanno a collocare al più presto nuova segnaletica così da indicare le strade dove si può circolare con i microveicoli. Si tratta di una novità sperimentale: tra due anni verrà rimessa in discussione per (eventualmente) estendere o limitare le possibilità e le regole di circolazione.

Escooter

<