Mass Effect Andromeda, avventure sci-fi in una Galassia tutta da esplorare | Euronics
Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Movies & Games

Mass Effect Andromeda, avventure sci-fi in una Galassia tutta da esplorare
23.03.2017 - Novità e anteprime

Mass Effect Andromeda, avventure sci-fi in una Galassia tutta da esplorare

Mass Effect Andromeda è un action/RPG ad ambientazione fantascientifica, dove una storia dai toni epici si intreccia con missioni di esplorazione e combattimenti che plasmano il nostro personaggio e cambiano il mondo di gioco.

Mass Effect Andromeda

Spazio, anno 2185. Grazie a una misteriosa tecnologia rinvenuta casualmente su Marte, l’uomo ha colonizzato la Galassia, stretto alleanze con le civiltà aliene che la popolano, combattuto guerre con e contro di loro ed è sul punto di dover affrontare una minaccia che rischia di cancellare quasi ogni forma di vita dall’Universo. Poco prima della comparsa dei Razziatori, quattro delle principali razze che popolano la Via Lattea decidono di costruire altrettante arche spaziali, ognuna guidata da un Pioniere e in grado di ospitare le centinaia di persone (o creature) che hanno deciso di partecipare all’Iniziativa Andromeda. La missione è molto semplice: imbarcarsi in un viaggio di sola andata per la Galassia di Andromeda, dove gli umani e le altre razze pensano (e sperano) di trovare pianeti ricchi di risorse da colonizzare, creando un fruttuoso ponte con le popolazioni della Via Lattea e allargare ulteriormente i confini dell’Universo conosciuto.

Mass Effect Andromeda

Dopo un viaggio di 600 anni l’arca degli umani, l’Hyperion, arriva a destinazione e inizia a risvegliare dal sonno criogenico i suoi passeggeri, tra cui il Pioniere Alec Ryder, colui che è stato scelto per guidare la nostra razza alla scoperta e alla conquista dei pianeti di Andromeda. Peccato che qualcosa sia andato storto durante il viaggio e le coordinate di arrivo non hanno portato l’Hyperion nel luogo di incontro con le altre arche ma in una non meglio identificata area all’interno della Galassia di Andromeda. Come se questo non fosse sufficiente, gli eventi prenderanno immediatamente una piega drammatica con il passaggio di testimone come Pioniere da Alec a uno dei suoi due figli, i giovani Scott e Sara. Come infatti da tradizione BioWare, al termine dell’epica sequenza che ci introduce nella storia di Mass Effect Andromeda ci viene chiesto quale dei due fratelli impersonare, con la possibilità di modificarne completamente l’aspetto estetico utilizzando il potente strumento di personalizzazione a disposizione.

Mass Effect Andromeda

ESPLORAZIONE SU SCALA INTERPLANETARIA

Separati dalle arche con a bordo Asari, Turian e Salariani, e con ancora più di 20.000 umani in stato di sonno criogenico a bordo dell’Hyperion, dobbiamo trovare un modo per ricongiungerci con i nostri alleati ma soprattutto capire in che parte della Galassia di Andromeda siamo finiti. Fortunatamente con noi abbiamo la Tempest, nave spaziale che ben presto diventerà la nostra prima casa e che ha il difficile compito di sostituire nel cuore degli appassionati la mitica Normandy della trilogia di Mass Effect. Una volta a bordo della navicella ci si apre un’intera galassia ricca di pianeti di dimensioni diverse tutti da esplorare, sia per far proseguire la storia principale, che vede coinvolta l’inedita razza aliena e ostile dei Kett, sia per avviare le attività/missioni secondarie che compongono l’intera esperienza di gioco.

Mass Effect Andromeda

Da questo punto di vista BioWare ha deciso di lasciare quanta più libertà d’azione al giocatore riguardo la quantità di attività extra in cui cimentarsi: i pianeti da visitare necessari per avanzare nella storia sono ben indicati così da consentire un avanzamento lineare per chi lo desidera, mentre gli amanti dell’esplorazione e della crescita del personaggio in puro stile Gioco di Ruolo potranno visitare molti altri corpi celesti per imbattersi in colonie, dungeon nascosti, risorse minerarie da estrarre, mostri potenti da sconfiggere e altro ancora. Proprio l’aspetto ruolistico di Mass Effect Andromeda si differenzia con decisione da quello della precedente trilogia: invece di dover scegliere a inizio avventura una classe in cui far rientrare il protagonista, che poteva essere più virata ai poteri psichici, alle armi da fuoco, alla difesa e così via, in questo nuovo capitolo è possibile plasmare con assoluta libertà i poteri di Scott/Sara, riallocando di volta in volta i punti esperienza verso le abilità che si desiderano, che si pensa siano più utili per affrontare un determinato pezzo dell’avventura o anche solo per sperimentare un diverso gameplay.

Mass Effect Andromeda

UNA GALASSIA RICCA DI SORPRESE

Oltre alla Tempest, un secondo mezzo di trasporto hi-tech con il quale avremo ben presto a che fare è il Nomad, un versatile veicolo a sei ruote spesso indispensabile per esplorare i pianeti più grossi. Oltre al tempo che il veicolo ci fa risparmiare nel coprire ampie distanze, non mancherà infatti di incappare in ostacoli ambientali come pozze di acido solforico o fiumi di lava, da superare usando la funzione di salto del mezzo. Per rendere il controllo del Nomad appagante e divertente, così da spingerne l’utilizzo per esplorare per bene i vari pianeti alla ricerca dei segreti che nascondono, i programmatori BioWare sono stati affiancati dai realizzatori della saga di Need for Speed, e infatti il veicolo è molto più piacevole da guidare rispetto al Mako della trilogia originale. La nostra missione non sarà certo portata a termine in solitaria, ma con svariati compagni di avventura, tra cui l’Asari Peebee e l’umano Liam, da utilizzare al nostro fianco nel corso dei combattimenti e con i quali non mancherà la possibilità di intrecciare relazioni sentimentali in base alle scelte di dialogo e alle azioni che compiremo nei momenti topici del gioco.

Mass Effect Andromeda

TANTE ORE DI DIVERTIMENTO TRA LE STELLE

In Mass Effect Andromeda tornano anche le “missioni lealtà” viste in Mass Effect 2, ovvero missioni opzionali incentrate sui singoli membri del nostro team, grazie alle quali approfondire il background di tali personaggi, incrementare il loro grado di empatia nei confronti del protagonista e talvolta viaggiare verso nuove mete. A rendere interessante l’esplorazione a piedi o tramite Nomad dei pianeti che compongono la Galassia di Andromeda contribuiscono poi gli avamposti nemici da eliminare, le risorse da scansionare e i boss da sconfiggere. Molti pianeti sui quali atterreremo saranno già abitati, spesso da creature aliene non proprio estasiate della nostra presenza e poco propense a risolvere le cose in maniera diplomatica. Sarà quindi necessario distruggere le basi dei nemici così da creare di volta in volta un avamposto sicuro per la razza umana (e un punto di viaggio-rapido per il giocatore), recuperare equipaggiamenti unici e svelare anche inediti risvolti della Galassia in cui ci troviamo. L’attività di scansione, già presente nei precedenti capitoli, ci consente invece di sbloccare tecnologie avanzate da mettere a frutto per costruire armi, armature e accessori sempre più evoluti, con i quali rendere un po’ meno ardue le battaglie contro i nemici più forti, tra cui figurano i boss unici che popolano i vari pianeti di Andromeda. Parliamo di gigantesche creature, spesso visibili all’orizzonte, contro le quali saremo impreparati la prima volta che le incontreremo e che ci obbligheranno a crescere di livello ed equipaggiamento prima di poterle affrontare con cognizione di causa.

Mass Effect Andromeda

SCHEDA DEL GIOCO

Sviluppatore: BioWare
Produttore:
Electronic Arts
Distributore:
Electronic Arts
Genere: Azione, avventura, Gioco di Ruolo
Disponibile per: PS4, Xbox One, PC

VIDEO



VIDEO


Prodotti correlati

ELECTRONIC ARTS - Mass Effect Andromeda PS4 -
Giochi Sony PS4 ELECTRONIC ARTS

ELECTRONIC ARTS - Mass Effect Andromeda PS4 -