Rise of the Tomb Raider: il ritorno di Lara Croft, l'archeologa più amata dei videogame | Euronics
Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Movies & Games

Rise of the Tomb Raider: il ritorno di Lara Croft, l'archeologa più amata dei videogame
11.11.2015 - Novità e anteprime

Rise of the Tomb Raider: il ritorno di Lara Croft, l'archeologa più amata dei videogame

In Rise of the Tomb Raider torniamo a vestire i panni ancora acerbi di Lara Croft, quella che diventerà l’esploratrice più famosa del mondo, in un’avventura spettacolare di stampo cinematografico.


Rise of the Tomb Raider è la naturale evoluzione di quel Tomb Raider che, uscito nel 2013 dalle capaci mani dei programmatori di Crystal Dynamics, era stato in grado di riportare in cima al gradimento dei videogiocatori una delle saghe più amate dei videogiochi. Il celebre reboot si era chiuso lasciando la giovane Lara Croft irrimediabilmente ossessionata dal tema dell’immortalità e da quanto scoperto nel regno di Yamatai, ma anche più forte e consapevole dei suoi mezzi e del percorso che deve compiere per diventare una grande archeologa.

Decisa come non mai a seguire le orme del padre, Lara parte così in cerca di risposte e della città perduta di Kitzeh, in un viaggio pericoloso e avventuroso ambientato principalmente in Siberia e in Siria tra secolari ghiacciai, foreste pluviali, caverne, deserti assolati e le immancabili tombe, che in Rise of the Tomb Raider assumono un ruolo fondamentale all’interno dell’avventura.

Rise of the Tomb Raider

Azione ed esplorazione con piglio cinematografico

La struttura di base è infatti rimasta la stessa del fortunato capitolo precedente ma Crystal Dynamics ha lavorato duramente per soddisfare le richieste dei videogiocatori, i quali volevano un più deciso ritorno delle fasi di esplorazione, risoluzione di enigmi e superamento di sezioni platform, i marchi di fabbrica dei primissimi Tomb Raider. Rise of the Tomb Raider ha molteplici anime, che convivono in maniera omogenea all’interno di un’avventura dalla quale è difficile staccarsi.

Ci sono le sezioni d’azione cinematografiche interattive (chiamate quick time events) dove dobbiamo premere con il giusto tempismo il pulsante che compare a schermo così da evitare che Lara faccia una brutta fine e superi tutta intera la sequenza, ci sono gli scontri a fuoco o all’arma bianca contro gli scagnozzi della misteriosa organizzazione Trinity e le fasi di esplorazione e risoluzione di enigmi. Le fasi di combattimento, che prevedono anche il confronto con animali di dimensioni imponenti, possono essere affrontate sia con decise sparatorie che utilizzando un approccio più silenzioso (stealth) ma ugualmente letale.

LAra Croft, protagonista di Rise of the Tomb Raider

Enigmi ambientali spettacolari

Lara può anche migliorare le sue capacità mediante l’albero delle abilità da personalizzare secondo i nostri gusti e le armi godono di un rinnovato sistema di costruzione, caccia e raccolta di materiali per realizzare un arsenale ancora più vario e su misura a seconda del proprio stile di gioco. Infine, l’esplorazione delle tombe rappresenta una bellissima sfida e porta i fan della saga veramente indietro nel tempo, ai fasti dei primi Tomb Raider. Gli enigmi proposti infatti sono spettacolari e per nulla banali, da risolvere sfruttando le doti atletiche della bella Lara, un po’ di materia grigia e gli elementi dell’ambiente circostante, da usare a nostro favore.

Rise of the Tomb Raider ha sezioni stealth e d¿azione

SCHEDA DEL GIOCO

Sviluppatore: Crystal Dynamics (Nixxes Studios versione Xbox 360)
Produttore:
Microsoft
Distributore:
Microsoft
Genere:
Azione, avventura
Piattaforme:
Xbox One, Xbox 360 (versione PC nel primo trimestre 2016, versione PS4 a Natale 2016)

VIDEO



Prodotti correlati

MICROSOFT - Rise of the Tomb Raider Xbox One -
Giochi Microsoft XboxOne MICROSOFT

MICROSOFT - Rise of the Tomb Raider Xbox One -