Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Movies & Games

Batman: Arkham Origins, per assistere da protagonisti alla nascita del Cavaliere Oscuro
25.10.2013 - Novità e anteprime

Batman: Arkham Origins, per assistere da protagonisti alla nascita del Cavaliere Oscuro

Compito difficile quello dei ragazzi di Warner Bros. Games Montreal, chiamati a continuare l’ottimo lavoro compiuto dal team dei Rockstady Studios nel portare su schermo le avventure di Batman con i due ottimi Batman: Arkham Asylum e Arkham City. Un compito che è stato affrontato con il dovuto timore reverenziale verso il solco tracciato dai Rockstady ma con la libertà narrativa e di gameplay offerta dal fatto che Batman: Arkham Origins si pone come prequel rispetto a quanto narrato nei primi due episodi. In questo terzo capitolo, infatti, si ha a che fare con un Batman non ancora pienamente “formato” e conscio del suo ruolo nella lotto contro il crimine che infesta Gotham City, città che però deve ancora assistere all’invasione in massa dei più pericolosi e spietati malviventi in circolazione, nomi noti come il Joker, Black Mask, Deathstroke, Bane, Deadshot, Copperhead, il Pinguino e altri ancora, ognuno desideroso a suo modo di diventare il padrone della città e anch’essi, in qualche modo, “alle prime armi” e tutti da scoprire.
La figura emergente di Batman si scontra così non solo con i nemici conclamati ma deve guardarsi anche dalle forze della polizia e da un commissario Gordon dubbioso sulle reali intenzioni dell’Uomo Pipistrello, sul quale pende una grossa taglia messa proprio da Black Mask, boss malavitoso che in questo modo riesce a reclutare i peggiori villain di Gotham e frange corrotte di poliziotti. La trama, ricca di colpi di scena e avvincente, fa entrare il giocatore subito nel vivo dell’azione, con Batman che si può spostare liberamente fra le due macro aree della mappa - due volte più estesa rispetto ad Arkham City -, ovvero la porzione di Gotham moderna e ricca di alti palazzi e la Gotham vecchia e diroccata, con edifici più bassi che rendono difficile mettere in atto le tattiche di planata dall’alto contro i nemici viste nei precedenti episodi. Non mancano invece gadget a profusione, da sbloccare man mano che si procede nell’avventura, come il rampino con il quale agganciare due nemici e farli scontrare l’uno contro l’altro, utile nelle ormai scazzottate di gruppo che riprendono, pur affinandolo ulteriormente, l’eccellente sistema di combattimento messo a punto dai Rocksteady.



Una delle maggiori novità è rappresentata dalle missioni secondarie che è possibile affrontare, più numerose e varie in Arkham Origins, e utili da portare a termine per guadagnare punti esperienza extra, con la modalità Detective anch’essa affinata e resa protagonista di numerose missioni extra, oltre a rivelarsi come sempre fondamentale per scoprire indizi vitali all’avanzamento della missione principale in corso. Anche gli scontri con i boss che puntellano i momenti topici del gioco sono stati resi più dinamici, con lotte uno contro uno inquadrate da una telecamera molto ravvicinata capace di restituire tutta l’adrenalina e la fisicità della battaglia. A rendere il tutto decisamente accattivante ci pensa una realizzazione tecnica di alto livello mediante l’uso sapiente dell’Unreal Engine 3, che rivaleggia tranquillamente con le splendide ambientazioni e i modelli poligonali finemente dettagliati sfoggiati nei due precedenti capitoli.

 

SCHEDA DEL GIOCO

Genere: Musicale
Sviluppatore: Warner Bros. Games Montreal
Publisher: Warner Bros. Interactive Entertainment
Giocatori: 1 - 8
Lingua audio: italiano
Lingua testi: italiano
Lingua manuale:
italiano
Piattaforme: PlayStation 3, Xbox 360 / Wii U 8 novembre
PEGI: 16+