Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Movies & Games

Euronics all'E3 2015 prova Morpheus: la realtà virtuale arriva su PS4
24.06.2015 - Guide e tutorial

Euronics all'E3 2015 prova Morpheus: la realtà virtuale arriva su PS4

Sono legato a una sedia, abbasso lo sguardo e vedo la corda che tiene unite le mie mani. Non riesco a separarle. Intorno a me una cucina anni ’50 che cade a pezzi. Alzo lo sguardo e vedo un’altra persona stesa per terra, incosciente. Si risveglia, si alza, raccoglie un coltello e si avvicina. Vorrei alzarmi e scappare, ma non riesco a muovermi, sono legato. Tiro un sospiro di sollievo, è un mio amico che cerca di liberarmi. Improvvisamente appare un essere mostruoso dalle fattezze femminili… anche lei ha un coltello. Il mio amico muore e io vengo ferito a una gamba. Abbasso lo sguardo, vedo il sangue che sgorga copioso dalla mia coscia sinistra. È tutto reale: i suoni, il colore del sangue… resto quasi stupito di non sentire dolore.


Queste sono le sensazioni che ho provato indossando Morpheus, il visore in 3D per la realtà virtuale che Sony si appresta a lanciare nel 2016 per Playstation 4 e che Euronics ha avuto la possibilità di provare in super anteprima all’E3, ovvero l’Electronic Entertainment Expo, la più importante fiera al mondo dedicata ai videogiochi che si è svolta durante la terza settimana di giugno a Los Angeles.


La sensazione indossando Morpheus è molto reale e poco virtuale. Si viene immersi in un mondo a tre dimensioni che avvolge completamente il giocatore. Le mie mani non erano legate realmente, tenevano soltanto in mano un controller ma non mi è mai venuto in mente di separarle, vedevo le corde annodate e mi sentivo legato. Mi giravo intorno e vedevo la cucina tutto intorno a me, compreso il colpo di scena finale… con il “mostro” che mi ha coperto gli occhi con le mani insanguinate prima di sferrare il colpo di grazia.


Una volta immersi nel mondo di Morpheus le caratteristiche tecniche perdono quasi di significato, si vivono solo le sensazioni, molto forti, del mondo in cui si viene catapultati. Morpheus però è anche tecnologia. All’interno del visore che si indossa come un “casco” c’è un display OLED da 5,7” con risoluzione 1920x1080 pixel e soprattutto una frequenza di aggiornamento di 120Hz, che rende la visione particolarmente fluida. Grazie alle lenti posizionate davanti agli occhi e, appunto, all’elevata frequenza di aggiornamento viene creato un ambiente che circonda completamente il giocatore, che può guardare in alto e in basso, davanti e dietro senza soluzione di continuità. Anche l’audio 3D che si ascolta dalle cuffie aiuta molto a rendere la sensazione dello spazio intorno al giocatore e si viene davvero catapultati in un mondo diverso.


Le altre due demo che ho provato erano altrettanto coinvolgenti. La prima riprende lo stile di un film d’azione americano, ero seduto sul posto del passeggero di un van impegnato a fuggire da una serie di “cattivi” in auto e moto che cercavano di farmi saltare in aria. Al posto di guida un personaggio poco raccomandabile mi passa un piccolo mitragliatore e questa volta, grazie ai controller Move, posso prendere dal cassetto porta oggetti dei caricatori che vanno “fisicamente” inseriti nel fondo del mitragliatore. Nel frattempo moto e auto sfrecciano intorno al van e io devo fare di tutto per non finire male. La sensazione di movimento è eccezionale e viene “naturale” sporgersi dal finestrino per cercare di colpire meglio i nemici. La seconda demo è la versione riveduta e corretta di uno dei primi videogiochi della storia: Battle Zone. Fu, negli anni ’80, l’antesignano della realtà virtuale… si giocava guardando attraverso un visore un campo di battaglia in 3D dove si scontravano dei carri armati molto molto “schematici”. Con Morpheus tutto prende vita, devo abbassare lo sguardo per vedere il radar che indica la posizione dei nemici, girarmi a destra e sinistra per vedere esattamente dove sono gli altri carri armati.


Per condividere l’esperienza di Morpheus, tutto quello che vede chi indossa il visore è proiettato anche sul TV collegato alla PS4, così da poter mostrare a chi ci sta intorno quello che stiamo facendo. La data precisa in cui sarà disponibile Morpheus non è ancora stata ufficializzata. Ma sarà sicuramente nel 2016.

VIDEO



Scopri tutte le novità presentate all’E3 2015