Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Informatica e SmartHome

Huawei a IFA 2018: l'intelligenza artificiale al centro dell'offerta
17.09.2018 - Novità e anteprime

Huawei a IFA 2018: l'intelligenza artificiale al centro dell'offerta

L’azienda cinese presenta al mercato europeo le sue proposte basate sulla complessa tecnologia delle Intelligenze Artificiali, tra cui c’è un nuovo chip che sbarcherà sui dispositivi della serie Mate.

Huawei IFA 2018

Le grandi aziende che si occupano di tecnologia, oggi, non possono evitare di investire nell’IA, l’Intelligenza Artificiale. Questo significa che vedremo aumentare esponenzialmente, nel giro dei prossimi anni, i dispositivi smart che la sfruttano, ma anche che cambierà il nostro modo di interagire con i device di uso quotidiano, smartphone compresi.
Alla kermesse berlinese, durante l’evento "The Ultimate Power of Mobile AI" ospitato da Huawei, l’amministratore delegato dell’azienda cinese Richard Yu ha presentato Kirin 980. Si tratta di un sistema su chip (SoC) in grado di offrire ottime prestazioni a livello di connettività e particolarmente adatto alle applicazioni AI, perché monta un doppio processore neurale (NPU). Ma di cosa si tratta esattamente?
In pratica è un sistema miniaturizzato ottimizzato per l’uso negli smartphone, caratterizzato da un design innovativo ed efficiente, basato su un’architettura a 3 livelli per gestire al meglio i carichi di lavoro intensi e completo di CPU con tecnologia Flex-Scheduling e GPU Mali-G76 (oltre alla doppia NPU). La tecnologia TSMC da 7 nm con cui è fabbricato permette di racchiudere in un solo centimetro quadrato 6,9 miliardi di transistor per una potenza 1,6 volte superiore rispetto alla generazione precedente. Kirin 980 è il primo SoC a integrare i core basati su Cortex-A76, il 58% più efficienti rispetto ai predecessori. La velocità di clock ottimizzata si traduce in tempi di avvio delle app più rapidi e più in generale in un’esperienza d’uso più fluida anche quando si usano più applicazioni contemporaneamente.
I giochi per lo smartphone si fanno sempre più complessi, articolati ma anche belli da vedere. La GPU Mali-G76 del nuovo Kirin 980 ha una potenza di elaborazione grafica superiore del 46% e un’efficienza energetica migliorata del 178%, sempre rispetto alla generazione precedente. Mali-G76, inoltre, usa l’Intelligenza Artificiale per gestire i momenti di gioco più intensi, gestendo meglio le risorse ed evitando così eventuali rallentamenti nel mezzo dell’azione.
L’NPU, il doppio cervello di Kirin SoC 980, è pensata per dare ai telefoni in cui verrà installato il chip un’elevata capacità di riconoscimento delle immagini (fino a 4.500 immagini al minuto) e molto altro ancora. Infine, Huawei ha scelto di abbinare ai dispositivi dotati di Kirin 980 un modem LTE Cat.21 con una velocità di download massima di 1,4 Gbps. Il primo Mate con Kirin 980 è atteso nei negozi da ottobre.

Huawei IFA 2018

L’altoparlante che fa da assistente

HUAWEI AI Cube è un dispositivo compatto, dal design semplice ed essenziale, dotato di router 4G LTE. Prodotti di questo tipo, come Home di Google, potrebbero diventare il prossimo “must have”, conquistando le case degli italiani. Compatibile con Wi-Fi 802.11ac, AI CUBE è un router dual band che offre la possibilità di sfruttare sia le frequenze a 2.4 GHz sia quelle a 5. Facile da configurare, può diventare il centro di controllo di un’efficiente smart home: per iniziare ad usarlo basta inserire nell’alloggiamento la scheda SIM 4G. Dal punto di vista della riproduzione sonora troviamo due speaker intelligenti e un diaframma in alluminio per garantire alti e bassi di qualità, questi ultimi migliorati dalla tecnologia proprietaria HUAWEI Histen, in grado di aggiungere bassi virtuali e dotata di equalizzatore di fase lineare. HUAWEI AI Cube riconosce la nostra voce ed esegue gli ordini anche se non siamo vicini e può riprodurre la musica presente su smartphone e tablet.
Il suo corpo bianco opaco si integra con discrezione con qualunque tipologia di arredamento. Grazie alla tecnologia basata su Intelligenza Artificiale e alle numerose funzioni proprie di Alexa (parliamo di circa 50.000 “abilità”), può fare da assistente personale a tutta la famiglia. È un altoparlante intelligente perché, oltre ad offrire audio di qualità, permette di controllare con la voce i propri dispositivi e fare ricerche online senza muovere un dito, usando solamente i comandi vocali.
Sempre a IFA, HUAWEI ha presentato anche Locator, un beacon che supporta gli standard GPS, GLONASS, Galileo e Beidou, oltra al roaming internazionale, ed è compatibile con nano SIM ed eSIM. I beacon sono trasmettitori radio a bassa potenza utilizzati per monitorare la presenza di dispositivi mobili nel raggio di circa 50 metri, allo scopo, tra le altre cose, di comunicare con essi. Locator offre informazioni legate alla posizione in tempo reale ed è dotato di pulsante SOS, Geofence e BLE Found, una funzione basata sulla prossimità che attiva l’allarme acustico sul localizzatore HUAWEI quando uno smartphone collegato si trova a meno di 10 metri dal beacon. Locator resiste a polvere e acqua, immersione compresa, ed è certificato IP68 (tra i massimi livelli di protezione ottenibili).
Infine, in occasione di IFA 2018, Huawei ha lanciato due nuovi colori per la gamma HUAWEI P20: Morpho Aurora che si ispira alla farfalla Morpho e Pearl White che imita la lucentezza della madreperla.

Huawei IFA 2018