Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Informatica e SmartHome

Realtà virtuale, intelligenza artificiale e 5G tengono banco all'Intel Developer Forum
22.08.2016 - Novità e anteprime

Realtà virtuale, intelligenza artificiale e 5G tengono banco all'Intel Developer Forum

L’Intel Developer Forum di quest’anno si è concentrato sulla realtà virtuale, l’analisi dei dati dei crescenti dispositivi connessi e la necessità di pianificare lo sviluppo delle reti mobili di prossima generazione.

Intel Developers Forum 2016

Dal 16 al 18 di agosto si è tenuto in California, precisamente al Moscone Convention Center di San Francisco, l’IDF16 - Intel Developers Forum 2016, evento nel corso del quale l’azienda americana ha mostrato le novità tecnologiche che bollono in pentola nei suoi laboratori. L’attenzione si è focalizzata principalmente su tre argomenti particolarmente caldi: la realtà virtuale, l’intelligenza artificiale e le reti dati di quinta generazione.

Intel Developers Forum 2016

Realtà virtuale e aumentata insieme con la merged reality

Con merged reality Intel punta a offrire agli sviluppatori tecnologie con le quali fondere con la massima efficacia il movimento e gli ambienti fisici del mondo reale con oggetti, ambienti e azioni virtuali simulati. Tutto questo con un ingombro hardware ridotto al minimo come mostrato da Project Alloy, la soluzione all-in-one di realtà virtuale che sfrutta Intel RealSense e che sarà disponibile come piattaforma aperta nel 2017. L’obiettivo principale di Intel è liberare l’utente di cavi, sensori da posizionare nella stanza e controller dedicati così da semplificare l’utilizzo della tecnologia di realtà virtuale, sia essa applicata a un gioco, un evento sportivo, musicale, cinematografico, culturale e tanto altro ancora.

Intel Developers Forum 2016

I cinque progressi tecnologici su cui punta la merged reality

Le fondamenta tecnologiche sulle quali si basa merged reality sono cinque: mobilità a sei gradi con sensori che consentono di muoversi negli spazi virtuali in 3D con la piena consapevolezza del mondo reale che ci circonda, tracking dell’ambiente reale in cui ci si trova integrato nel visore grazie all’uso di videocamere Intel RealSense e non più deputato a sensori esterni, manipolazione naturale di oggetti e ambienti virtuali eliminando controller specifici ma sfruttando l’uso delle mani (quelle vere) dell’utente. E ancora, abbandono dei cavi mediante l’aumento della banda a disposizione per la trasmissione dei dati al visore con conseguente diminuzione della latenza del segnale wireless e, infine, trasposizione del mondo reale nel mondo digitale in tempo reale per aprire la strada a esperienze avanzate come Replay 360°, realizzati dall’azienda omonima e che trasportano l’utente al centro di un’azione di gioco, da esaminare e rivedere scegliendo il punto di vista e la posizione desiderata.

Intel Developers Forum 2016 Silicon Photonics

Analisi dei dati sempre più intelligente

In un mondo sempre più connesso e con un numero via via maggiore di apparecchi e dispositivi che accedono ai dati digitali, Intel è poi impegnata a offrire strumenti di analisi avanzata di tali dati con i processori Xeon Phi di prossima generazione (nome in codice Knights Mill), incentrati sul machine learning (apprendimento automatico) ad elevate prestazioni e sull’intelligenza artificiale. I campi di utilizzo sono molteplici e vanno dalle auto connesse all’analisi dei dati di resa delle colture per nutrire il pianeta, dati che ora possono essere trasferiti tra i vari data center sfruttando i nuovi ricetrasmettitori ottici a 100G (100 Gigabit/s) Intel Silicon Photonics, che sfruttano il silicio e la luce per ottenere velocità di transfer rate elevatissime.

Intel Developers Forum 2016 Silicon Photonics

Connessi ovunque ad altissima velocità

Le previsioni dicono che entro il 2020 ci saranno oltre 50 miliardi di oggetti e dispositivi connessi, oltre a più di 200 miliardi di sensori connessi. Tutti questi sistemi potranno beneficiare di connessioni sempre più veloci e stabili che sfrutteranno le prossime tecnologie 5G, il wireless di prossima generazione sul quale Intel sta gettando le basi grazie alla collaborazione con importanti partner, come AT&T, il cui Chief Strategy Officer è salito sul palco dell’IDF per parlare della trasformazione della rete mobile e della fornitura di servizi, dell’importanza di pianificazione a lungo termine e della fornitura ai clienti di servizi cloud e funzionalità sempre più avanzate.

VIDEO