Nanoleaf Canvas: pannelli luminosi che si comandano anche con un dito | Euronics
Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Informatica e SmartHome

Nanoleaf Canvas: pannelli luminosi che si comandano anche con un dito
28.01.2019 - Novità e anteprime

Nanoleaf Canvas: pannelli luminosi che si comandano anche con un dito

Al CES di Las Vegas 2019 abbiamo visto sempre più oggetti Smart Home per la casa, pilotati dall’Intelligenza Artificiale, come questi di Nanoleaf.

Oggetti d'arredo hi-tech, fonti luminose modulabili e personalizzabili: i Canvas sono pannelli a LED che permettono di creare, cambiare e programmare il design delle luci in modo semplice e intuitivo. Differiscono nella forma, da quella triangolare di Aurora, al quadrato di Canvas, e nella sensibilità al tocco e al gesto della mano, che è possibile associare a diversi comandi. Il controllo, infatti, è affidato a uno dei pannelli, oltre che all'app per smartphone. Inoltre, i Canvas saranno compatibili con gli assistenti virtuali Apple HomeKit, Google Assistant e Amazon Alexa e con il sistema IFTTT, per programmare facilmente azioni alle quali corrispondono determinate reazioni.
Questi oggetti, anche se ora non si possono ancora comperare in negozio, rappresentano una delle tendenze interessanti che stanno per rivoluzionare il modo in cui usiamo e interagiamo con la tecnologia.

Nanoleaf Canvas

Per la casa ma non solo

I pannelli misurano 15 x 15 cm, hanno uno spessore di 1,3 cm, un peso di 170 grammi e una superficie di 0,2 mq: il kit di base comprende 9 elementi con i connettori su ogni lato, in modo da poterli assemblare liberamente. I pannelli si fissano al muro o al soffitto con supporti adesivi. Si possono connettere fino a 500 elementi a uno stesso pannello di controllo, tenendo presente che ogni alimentatore fornisce energia per 25 pannelli. Il montaggio è facile, bisogna solo prestare attenzione al posizionamento per evitare di danneggiare l'intonaco del muro.
Oltre ai colori, direttamente tramite il pannello di controllo è possibile variare l'intensità della luce, attivare delle animazioni, salvare quelle che più ci piacciono (tenendo premuto per 3 secondi il pulsante "next" che permette di passare allo scenario successivo), scegliere il ritmo sul quale far danzare la luce (Canvas è sensibile alla musica d'ambiente e può adattarsi a quella che viene trasmessa nella stanza in cui sono installati i pannelli) o interagire con le dita, attraverso dei giochi come Simon o Wack a Mole. Tutti i pannelli sono sensibili al tocco. Una soluzione, quindi, certamente interessante per la casa ma anche per arredare in modo tecnologico un ufficio o una sala riunioni.

App e realtà virtuale

Per le funzionalità avanzate come il set up iniziale, per programmare e personalizzare i colori (sono addirittura 16,4 milioni!) come i comandi associati al tocco e al gesto della mano, invece, è necessaria l'app per smartphone. È possibile scegliere cosa succede alla luce sfiorando i pannelli verso l'alto, il basso, a destra, a sinistra o con il doppio tocco. L'app include uno strumento che utilizza la realtà aumentata per suggerire il migliore layout in base al numero di pannelli a disposizione e all’arredamento.
La compatibilità con gli assistenti virtuali permette di comandare i Canvas con la voce, anche per aumentare o diminuire la luminosità e la temperatura cromatica o programmare, in base all'orario, emozionanti albe e tramonti virtuali.

Nanoleaf Canvas