Tutte le novità di Office 2019 | Euronics
Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Informatica e SmartHome

Tutte le novità di Office 2019
01.11.2018 - Novità e anteprime

Tutte le novità di Office 2019

Una suite di programmi per l’ufficio sempre più al passo con i tempi, da utilizzare comodamente anche in mobilità, con l’ausilio di alcune tecnologie basate sull’intelligenza artificiale.

Nell’ottica di rendere i propri software dedicati alla produttività ancora più facili da utilizzare e ricchi di funzioni extra che facilitano la realizzazione di documenti, grafici e presentazioni, Microsoft ha dotato Office 2019 di alcune tecnologie basate sull’Intelligenza Artificiale. Consentono, tra le altre cose, di completare diverse operazioni senza uscire dal programma che si sta utilizzando, per cercare la traduzione di un termine, inserire un’immagine 3D o ottenere consigli facili da applicare durante la realizzazione di un Curriculum come di una slideshow o di un report, o altro ancora.

Office 2019: le diverse versioni

Microsoft Office 2019, disponibile nei negozi e online dal mese di ottobre, porta alcune novità rispetto alla precedente versione, la 2016, e vale la pena conoscerle tutte per sfruttare al meglio il noto pacchetto di programmi per l’ufficio.

Prima però è importante fare un po’ di chiarezza sulle versioni della suite, che possono essere acquistate online sul sito Euronics o direttamente in negozio, magari assieme al computer: una scelta “in bundle” che comporta anche un risparmio rispetto all versione “tradizionale”.

Quando si parla di Office 2019 si fa riferimento all’acquisto di una licenza singola, valida fino al prossimo rilascio da parte del produttore, che comprende i principali programmi: Word, Excel, PowerPoint e OneNote per l’opzione Home & Student, mentre in Home & Business è compreso anche Outlook, il client dedicato alla posta elettronica.

Chi preferisce la versione in abbonamento, denominata Office 365, che può essere pagata mensilmente o annualmente e dà diritto ad alcuni extra come ad esempio l’utilizzo su più dispositivi (smartphone compresi) e 1 TB di spazio di archiviazione in cloud, ha potuto utilizzare in anteprima tutte le novità di Office 2019 e continuerà a ricevere, ogni volta che eseguirà gli aggiornamenti dei programmi, le nuove funzioni che Microsoft renderà man mano disponibili.

Ecco un video dei più recenti aggiornamenti a 365, che generalmente vengono rilasciati su base mensile e che possiamo in gran parte ritrovare in Office 2019.


Attenzione: Office 2019 nella sua licenza ad acquisto singolo potrà essere aggiornato solo per quanto riguarda bug e sicurezza. Quest’ultima versione può essere utilizzata esclusivamente su macchine che montano Windows 10 oppure sui computer della Mela con MacOS 10.12, 10.13 o 10.14.

Barra multifunzione semplificata

Nell’ottica di uniformare l’esperienza di utilizzo, Microsoft ha modificato l’aspetto generale dei programmi Office, per fare in modo che un utente non sia spiacevolmente spiazzato nel momento in cui si trova a passare da Office 2019 a un’altra versione della suite, che esiste anche in modalità “ridotta”, ovvero da utilizzare in mobilità su smartphone e tablet tramite app gratuite.

Si tratta di piccole migliorie che non stravolgono l’aspetto generale delle applicazioni e rispecchiano lo stile denominato dalla stessa casa produttrice come Fluent Design. Menu e opzioni “rispondono” alle azioni dell’utente: cliccando su voci e schede vengono attivate animazioni e ombreggiature che mettono in risalto quanto si sta utilizzando in quel momento.

Poiché sempre più persone sfruttano Word, Excel o PowerPoint mentre sono lontane dalla scrivania dell’ufficio e su schermi di piccole dimensioni, il colosso di Redmond ha pensato bene di offrire agli utenti la possibilità di personalizzare almeno in parte la toolbar, nota per essere piuttosto complessa e ricca di strumenti, così che possa essere usata in una modalità più compatta che presenti a colpo d’occhio gli strumenti utilizzati con maggiore frequenza. In un clic è così possibile passare dalla modalità con la barra semplificata a quella con la barra estesa, definita anche “classica”.


Collaborazione al primo posto

Come c’era da aspettarsi, Microsoft ha introdotto alcune migliorie che riguardano la collaborazione multi-utente sui documenti. Si tratta del cavallo di battaglia con il quale era stata lanciata la precedente versione, la 2016. Il gruppo di funzioni interessate hanno ormai raggiunto un livello di sviluppo stabile e maturo. Ora comandi e funzioni dedicati alla collaborazione sono raggruppati tutti insieme nei menu, in modo che risultino più facili da trovare e attivare. È anche possibile capire a colpo d’occhio chi sta lavorando a un documento e visualizzare interventi e commenti in tempo reale o quasi, ovviamente solo se si è connessi in Rete.

Ma cosa è cambiato esattamente tra Office 2019 e Office 2016? La suite viene (almeno parzialmente) personalizzata in base al sistema operativo cui è dedicata, ecco allora le novità che è possibile riscontrare nei programmi più utilizzati (Word, Excel e PowerPoint), installando Office 2019 su un computer con Windows 10.

Word

Dal momento che tra gli obiettivi di Microsoft c’è quello di rendere i suoi programmi di facile utilizzo per tutti e in qualunque situazione, alla scrivania come in viaggio, le principali innovazioni in Word 2019 riguardano l’accessibilità. Ecco allora che è stato reso disponibile un “tema nero” che rende più leggibili menu e caratteri. Ma è anche possibile utilizzare suoni legati agli strumenti e la funzione di lettura ad alta voce dei testi, già presente nella precedente versione del programma ma ora più precisa, piacevole e affidabile. Pure le descrizioni che raccontano funzioni e strumenti possono essere lette ad alta voce, un’opzione utile sia per chi ha qualche difficoltà di vista sia per chi sta imparando a utilizzare i programmi. Nell’ottica di facilitare la vita ai professionisti e ai creativi che spesso utilizzano i programmi di Office su schermi sensibili al tocco e con l’ausilio di pennini, Microsoft ha migliorato la funzione inking, dedicata agli appunti e alle correzioni da prendere direttamente sui documenti.


Per riassumere, ecco le novità di Office 2019 per Word:
- Tema scuro
- Strumenti di apprendimento (didascalie e descrizioni audio)
- Funzionalità vocali (text-to-speech)
- Funzionalità inking migliorata
- Ottimizzazione accessibilità.

Excel

Nel programma per l’elaborazione dei dati sono ora disponibili nuove formule e tipologie di grafici, come quelli a imbuto, perfetti per rappresentare, ad esempio, le strategie di vendita. È stato poi ottimizzato e semplificato l’iter di utilizzo di Pivot e query per automatizzare alcune formule e calcoli complessi. L’attenzione di Microsoft si è concentrata soprattutto su 3 componenti aggiuntivi, che esistevano già nella versione 2016 ma sono stati potenziati: Power Pivot, Power Query e Power Bi, dedicati ai professionisti che utilizzano grandi quantità di informazioni sul lavoro. Excel 2019 sfrutta al meglio la Rete e l’intelligenza artificiale, ad esempio per recuperare informazioni da banche dati online o altre notizie utili a geolocalizzare o completare i grafici.

Per riassumere, ecco le novità di Office 2019 per Excel:
- Grafici a imbuto, mappe 2D e timeline
- Nuove funzionalità e connettori
- Possibilità di pubblicare i documenti su Power BI
- Miglioramenti a Power Pivot e a Power Query.

PowerPoint

PowerPoint è senza dubbio il programma più creativo della suite, sempre più ricco, aggiornamento dopo aggiornamento, di feature che semplificano la creazione di presentazioni e perfino di piccole clip video, utilizzando la nuova funzione morphing che “registra” i cambiamenti che facciamo all’interno di una slide e li monta per mostrarli tutti insieme. Troviamo poi un nuovo zoom utile a ingrandire singole parti della diapositiva durante la presentazione, in modo da richiamare l’attenzione di chi guarda su un particolare, la possibilità di inserire tante icone e modelli 3D e le funzioni della scheda Draw per disegnare, prendere appunti ed evidenziare parti della presentazione.

Per riassumere, ecco le novità di Office 2019 per PowerPoint:
- Zoom ottimizzato
- Funzionalità Morph per le transizioni
- Possibilità di inserire e gestire icone, file SVG e modelli 3D
- Roaming pencil case (in Draw).