Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Informatica e SmartHome

Wireless di casa più veloce e meno congestionato con il Wi-Fi ax
13.03.2018 - Novità e anteprime Wireless di casa più veloce e meno congestionato con il Wi-Fi ax

Lo standard Wi-Fi 802.11ax, in via di definizione entro quest'anno, consentirà di raggiungere velocità quattro volte superiori rispetto all'ac e di gestire con efficacia molteplici utenti e device.

Wi-Fi 802.11ax

Come scritto giustamente nel blog ufficiale americano di Intel, “il Wi-Fi è la forza vitale della connettività”, visto che consente di navigare, scaricare e godere di contenuti in streaming con la massima comodità e senza l'impiccio del cavo. Un protocollo Wi-Fi ancora più efficiente, veloce, di elevata copertura e in grado di gestire un numero sempre maggiore di device connessi, in casa e fuori, è quindi necessario. Nasce con questi intenti lo standard 802.11ax, che promette prestazioni fino al 40% superiori per ogni singolo dispositivo collegato rispetto all'attuale ac, sfruttando ove necessario la tecnologia OFDMA - Orthogonal Frequency-Division Multiple Access, già usata nelle connessioni dati LTE e grazie alla quale sfruttare in maniera dinamica la banda a disposizione in base alla richiesta effettuata da ogni singolo dispositivo così da ottimizzare l'invio/ricezione dei dati sopratutto in presenza di molti utenti collegati. La navigazione web, ad esempio, verrà gestita in maniera diversa dallo streaming di contenuti 4K, dando però a tutti le risorse necessarie per godere di un'esperienza d'uso impeccabile. A contribuire alla gestione di più dispositivi contemporaneamente contribuisce anche la funzione MU-MIMO, che diventa parte integrante dello standard ax e coinvolgerà anche l'upload, non più solo il download.

Wi-Fi 802.11ax

La funzione Target Wake Time (TWT) consentirà invece a router e dispositivi wireless di comunicare e concordare automaticamente l'uso della rete per eseguire operazioni in cui è richiesta una connettività regolare ma non continua, come ad esempio il controllo ed eventuale download degli aggiornamenti del sistema operativo di un PC o delle app dello smartphone, che in caso di rete di casa congestionata verranno rimandati in un secondo momento a meno di intervento diretto dell'utente.

Wi-Fi 802.11ax

I PRIMI ROUTER AX IN ARRIVO A METÀ 2018

Anche se lo standard non è ancora stato ratificato in maniera definitiva e la sua versione finale è prevista per la fine del 2018, alcuni produttori di router hanno già presentato apparecchi ax basati sulla bozza 2.0 delle specifiche dello standard 802.11ax, nella quale le caratteristiche principali sono già state stabilite. Inoltre, prodotti presentati al CES 2018 come il D-Link AX6000/AX11000 e l'Asus RT-AX88U utilizzeranno chip facilmente aggiornabili via software, così da correggere eventuali peccati di gioventù. I due prodotti mostrano comunque già le potenzialità del nuovo standard Wi-Fi: Asus RT-AX88U, previsto in uscita a metà anno, offrirà una velocità senza fili combinata di 5952 Mbps grazie a 1148 Mbps sulla banda 2,4 GHz e 4804 Mbps su quella 5 GHz, 4x4 MIMO su entrambe le bande, otto porte Gigabit LAN e supporto ad Asus AiMesh. I due D-Link AX6000/AX11000 utilizzano invece le otto antenne che circondano il router per offrire un'ampiezza di banda rispettivamente di 6000 Mbps dual-band e 11000 Mbps tri-band, e saranno dotati di porta WAN 2,5 Gbps, quattro Gigabit LAN, supporto DLNA e una USB 3.0. Importante sottolineare che lo standard ax sarà retrocompatibile con i suoi predecessori.