Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Informatica e SmartHome

Apple presenta l'evoluzione del MacBook Pro
30.10.2016 - Novità e anteprime

Apple presenta l'evoluzione del MacBook Pro

L’atteso evento Apple svela le grandi novità che riguardano il mondo MacBook Pro, a partire dalla Touch Bar, che cambia al volo il proprio contenuto in base all’applicazione utilizzata.

Apple MacBook Pro con Touch Bar

Le grandi aspettative sull’evento Apple svoltosi a Cupertino non sono state disattese. I rumors che hanno preceduto la conferenza erano tanti, soprattutto riguardo i rinnovamenti hardware sul fronte notebook, ma non solo. Dal palco, Tim Cook parte un po’ alla larga e ne approfitta per raccontare i successi Apple e alcune interessanti novità sulla Apple TV, di cui parleremo non appena riguarderanno anche l’Italia.

Arrivano i nuovi MacBook Pro

Il momento più atteso arriva poco dopo, con la presentazione della nuova generazione di MacBook Pro in due versioni, da 13” e da 15”, disponibili nei colori grigio siderale e argento. La rivoluzione si vede già esternamente, grazie al design completamente nuovo, con guscio unibody in metallo per un portatile rigido e resistente ma anche più leggero dei precedenti. Il risultato è un MacBook Pro 13” che è il 17% più sottile del precedente e pesa 200 grammi in meno. Anche il 15”si alleggerisce di 200 grammi rispetto al predecessore e risulta più sottile del 14%. Si fa subito notare il TrackPad Force Touch, fino al doppio più grande rispetto a prima, per un uso più comodo e pratico.

Apple MacBook Pro con Touch Bar

Touch Bar: un mondo da scoprire

Il nuovo design nasconde, com’era prevedibile, un hardware rinnovato di tutto rispetto ma senza dubbio l’occhio è attirato dalla novità principale di questi MacBook Pro, ovvero la Touch Bar. Posta nella parte alta della tastiera, vicino allo schermo, prende di fatto il posto dei tasti funzione che, come ha fatto notare Phil Schiller, sono rimasti sempre uguali da ben 45 anni, a partire da un vecchio terminale IBM. La Touch Bar è un display Retina Multi-touch che ridefinisce completamente l’usabilità di questa area e l’esperienza d’uso dei software stessi. Sensibile alle gesture, la Touch Bar è una zona che varia il proprio contenuto immediatamente a seconda dell’applicazione e della funzione che si sta usando. Se si sta lavorando sul Finder, mostra la luminosità e il volume, oltre che un pulsante dedicato a Siri; se si sta usando Safari mostra pulsanti e funzioni diversi, come i preferiti, una casella di ricerca e molto altro ancora, emoji comprese. Inoltre, sarà possibile personalizzarne l’utilizzo.

Apple MacBook Pro con Touch Bar

Inutile dire che i software Apple sono già in prima linea e pronti per questo grande cambiamento: Foto, Mail, iTunes, Pages, Keynote, iMovie ecc., fino alle app come Facetime e Calendar, sono stati tutti appena aggiornati e compatibili con la Touch Bar. Sul fronte delle applicazioni di terze parti, c’è stato spazio per dimostrare dal vivo come Final Cut Pro e Photoshop hanno implementato queste nuove possibilità all’interno dei programmi stessi.

Apple MacBook Pro con Touch Bar

Sicurezza Garantita

Il sensore Touch ID, che gli utenti ben conoscono grazie al suo impiego su iPhone e Ipad, è ora integrato nel pulsante di accensione dei nuovi MacBook Pro: in grado di riconoscere più impronte digitali, permette di sbloccare rapidamente il portatile e passare in tutta sicurezza da un account all’altro senza bisogno di ricordare lunghe e complesse chiavi di accesso. Non solo, può essere usato anche per fare acquisti sul web con Apple Pay, in un solo tocco.

Apple MacBook Pro con Touch Bar

Potenza e versatilità

I nuovi MacBook Pro dispongono di schermi fino al 67% più luminosi, caratterizzati da maggiore contrasto e minore consumo di batteria se confrontati alla generazione che li ha preceduti. Il 15” mostra i muscoli con un processore Intel Core i7 di sesta generazione quad-core da 2,1 GHz, coadiuvato da scheda grafica Radeon Pro fino a 4 GB di VRAM, che contribuisce a un impressionante +130% di performance nella grafica 3D rispetto al “vecchio” modello delle stesse dimensioni. La memoria è affidata a unità SSD fino a 2 TB, più veloci anche del 50% rispetto al passato. L’architettura, più silenziosa, contribuisce a una migliore dissipazione termica.

Apple MacBook Pro con Touch Bar

La parte audio si rinnova grazie ad altoparlanti che offrono il doppio della gamma dinamica e bassi più potenti e profondi. I MacBook Pro da 13” montano processori Intel Core i5/i7 dual-core fino a 2,1 GHz e vantano grafica Intel Iris fino a 2 volte più veloce rispetto alla precedente; anch’essi saranno dotati della nuova generazione di SSD. I passi avanti sono indubbiamente notevoli, visto l’aumento della velocità in ambito gaming del 103% in confronto al passato. Non meno importante, tutti i MacBook Pro hanno in dotazione nuove porte I/O: 4 porte Thundorbolt 3 con connettore USB Type-C che consente di ricaricare i dispositivi portatili, in grado di supportare USB 3.1 da 10Gb/s, DisplayPort 1.2, HDMI oppure VGA.


VIDEO