Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Informatica e SmartHome

Video a 360° e l'evoluzione di Messenger le grandi novità dal Facebook F8 2015
01.04.2015 - Novità e anteprime

Video a 360° e l'evoluzione di Messenger le grandi novità dal Facebook F8 2015

F8 2015 è il nome dato da Mark Zuckerberg alla convention che si tiene ogni anno intorno alla fine di marzo nella quale vengono presentate le ultime novità riguardanti Facebook. Il fondatore del celebre social network e i suoi fidati collaboratori si sono alternati sul palco del Fort Mason di San Francisco per illustrare le primizie in serbo per gli utenti di Facebook, ormai molto più di un “semplice” portale con il quale contattare vecchi e nuovi amici. I protagonisti dell’evento sono stati principalmente due: Messenger e la realtà virtuale.

Messenger Platform si evolve e diventa una piattaforma completa

Facebook Messenger cresce e diventa Messenger Platform, una vera e propria piattaforma a sé stante, capace di integrare app di altri sviluppatori per rendere il servizio di messaggistica ancora più completo e trasversale, dove il testo sia solo uno dei molteplici modi offerti all’utente per esprimersi e comunicare con gli amici e i contatti Facebook. Largo quindi a emoji, GIF, video clip audio e altri modi per esprimere la propria creatività e lo stato d’animo in maniera multimediale, anche se questo è solo l’inizio per una piattaforma dalle infinite possibilità di espansione. Interessante poi la possibilità offerta dal nuovo Messenger di dialogare via messaggio con le aziende e i relativi siti ufficiali o di e-commerce per ottenere maggiori informazioni su un prodotto e il suo stato post-acquisto, così da avvicinare ulteriormente venditore e consumatore sfruttando un mezzo rapido come un breve messaggio di testo invece della più classica e-mail.

Alcune delle prime app di Messenger Platform

L’acquisto di Oculus da parte di Facebook inizia invece a farsi vedere con l’introduzione del supporto all’interno della bacheca personale di ogni utente del social network di video sferici a 360°, in maniera molto simile a quanto offerto da Google Street View e da YouTube. L’utente in questo modo può muoversi all’interno del video cambiando il punto di osservazione semplicemente muovendo il mouse, per avere una visuale a tutto tondo del contenuto riprodotto. Anche in questo caso è un primo passo mosso verso la completa integrazione di questi contenuti a 360° con il visore Oculus Rift, attualmente in pieno sviluppo nei laboratori di Facebook e uno dei maggiori esponenti nella crescente schiera di dispositivi indossabili per la realtà virtuale “ad personam”.

Con Messenger Platform sarà possibile parlare direttamente con le aziende