Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Informatica e SmartHome

Google I/O, il mondo di Google si evolve ancora
20.05.2013 - Novità e anteprime

Google I/O, il mondo di Google si evolve ancora

Google I/O

Una volta l’anno, San Francisco diventa la città di Google. Infatti è qui che, dal 15 al 17 maggio, si tiene Google I/O, la conferenza dedicata agli sviluppatori. Una tre giorni scandita da presentazioni e grandi novità, tutte incentrate sui servizi del colosso dei motori di ricerca.
Dai rinnovati Google Maps a Google+, passando per nuovi strumenti e programmi dedicati alla messaggistica istantanea e agli amanti della musica, come Google Hangout e Google Play Music All Access, il panorama dei servizi Google sorpassa i propri confini.

Aggiornamenti e innovazioni
Google+ cambia veste, trasformando la propria interfaccia grafica con un insieme di colonne e contenuti sempre più interattivi. L’obiettivo principale è garantire il massimo coinvolgimento nella partecipazione al Social Network. La sezione dedicata all’invio e alla gestione delle fotografie è stata ampliata e rivisitata, con strumenti che permettono di ritoccare le immagini appena messe online.
Massima automazione anche per l’aggregazione dei contenuti tramite i famosi hashtag, che vengono gestiti direttamente da Google+ in base a un’analisi dettagliata di ciò che inviamo. Insieme a Google+, cambia radicalmente anche Google Maps, che vede l’integrazione della visione combinata con Google Earth e Street View. Formidabile la prospettiva 3D, così come l’utilizzo della totalità delle tecnologie di Google per il rilevamento, che consente di visionare qualsiasi zona del globo con la massima precisione.
Tra le novità più sensazionali, Google Hangouts diventa un programma di messaggistica universale che sostituisce Google Voice, Google Talk e la messaggistica di Google+ e va a concorrere con WhatsApp. Possiamo chattare con interi gruppi di discussione, effettuare videochiamate e condividere foto e filmati.
Chi invece è abituato a usare Spotify per ascoltare la musica in streaming, potrà provare Google Play Music All Access. La piattaforma di Google fornisce un numero incredibile di brani tra cui scegliere, la possibilità di creare playlist e realizzare una propria radio in cui passare solo le canzoni preferite.
Attualmente è disponibile solo negli Stati Uniti con un abbonamento mensile di 9,99 dollari.

Google I/O