Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Informatica e SmartHome

Microsoft toglie i veli a Windows 10, la nuova generazione di Windows
22.01.2015 - Novità e anteprime

Microsoft toglie i veli a Windows 10, la nuova generazione di Windows

L’atteso evento di presentazione anche per il mondo “consumer” di Windows 10 non ha deluso le aspettative e ha mostrato come Microsoft stia dando corpo con sempre più forza e coesione a un ecosistema di apparecchi capaci di far comunicare, lavorare e divertire l’utente, tutti aventi come comune denominatore il nuovo sistema operativo Windows 10, previsto in uscita come aggiornamento gratuito per l’autunno di quest’anno. Questa è infatti la prima ottima notizia: i possessori di un device con installato Windows 7, Windows 8.1 o Windows Phone 8.1 potranno avere un aggiornamento gratuito a Windows 10 se decideranno di effettuare il passaggio al nuovo sistema operativo durante il primo anno della sua uscita.

Joe Belfiore durante la presentazione di Windows 10

Windows 10 punta innanzitutto a trasformare il concetto di informatica, facendo diventare la tecnologia ad essa legata più personale e a misura di utente, valorizzando la mobilità dell’esperienza e non la mobilità del dispositivo. Un obiettivo raggiungibile partendo da un sistema operativo capace di funzionare in maniera integrata e familiare su più dispositivi, indipendentemente dalle dimensioni dello schermo o da altri fattori, sfruttando nuovi modi di interazione basati sui gesti, la voce e lo sguardo, il tutto con la massima protezione della privacy e dei propri dati sensibili. Questi concetti si concretizzano nelle quattro maggiori novità di Windows 10 svelate nel corso della conferenza: Cortana per PC e tablet, il browser “Project Spartan”, Xbox Live e l’app Xbox e infine il nuovo Office.

La schermata iniziale di Windows 10

Cortana, l’assistente personale digitale di Wondows Phone debutta anche sui computer e tablet con Windows 10, per assistere l’utente nello svolgimento di molteplici attività quotidiane, come ricordare promemoria e appuntamenti, suggerire soluzioni alle più svariate domande basandosi sulle preferenze personali e accedere rapidamente a informazioni e dati cercando questi dati sul device in uso, in maniera trasparente e personalizzabile. Windows 10 saluta l’arrivo anche del nuovo browser web, attualmente identificato con il nome in codice “Project Spartan”, realizzato dai programmatori Microsoft per offrire la massima interoperabilità possibile tra i vari device su cui è installato. Ad esempio, è possibile inserire commenti mediante tastiera o penna direttamente sulla pagina web visualizzata per poi condividerla in pochi passaggi con amici o colleghi di lavoro, mentre la nuova modalità di lettura con stile minimale pone in primo piano il testo interessato così da non distrarre l’utente, sia che il contenuto venga visualizzato online che offline. Inoltre Cortana è in grado di assistere l’utente nell’effettuare ricerche o individuare elementi di interesse in maniera molto più facile e naturale, sempre sfruttando i comandi vocali.

Windows 10 si integra alla perfezione con Xbox One e Xbox Live

Windows 10 punta poi fortemente sul gaming con il lancio della nuova app Xbox, che permette una perfetta integrazione con le funzioni multimediali e di gioco di Xbox One e Xbox Live. I videogiocatori potranno registrare, modificare e condividere una partita con Game DVR, sfidare gli amici a nuovi giochi su diversi dispositivi ma soprattutto sarà possibile effettuare lo streaming dei giochi dalla console Xbox One a un tablet o PC con Windows 10. Infine, con Windows 10 si rifà il look, e non solo quello, anche la suite Office. Le classiche applicazioni di Office - Word, Excel, PowerPoint, OneNote e Outlook - puntano le loro carte su un’esperienza touch-centrica e sono state completamente ridisegnate nell’interfaccia e nelle funzioni. Spicca la possibilità di inserire note in tempo reale sulle diapositive di PowerPoint mediante le funzioni di inchiostro digitale, oppure la creazione facilitata di fogli di calcolo in Excel tramite nuovi comandi incentrati sul touch. Grazie poi alla modalità Continuum, Windows 10 installato sui device 2-in-1 sarà in grado di passare dalla modalità tastiera/mouse a quella touch in maniera automatica e immediata, modificando di conseguenza anche l’interfaccia delle varie applicazioni in esecuzione. L’uniformità delle app di Windows 10 non si ferma a Office, visto che con Windows 10 Microsoft punta a offrire un’esperienza comune, nel design e nelle funzioni, per le applicazioni preinstallate dedicate a foto, video, musica, mappe, contatti e messaggistica, posta e calendario.

Windows 10 sarà un sistema operativo multi-device

L’interessante conferenza di presentazione di Windows 10 si è chiusa con un tocco di fantascienza con la dimostrazione da parte di Microsoft di come potrebbe evolversi l’uso dell’informatica in ambito casalingo sfruttando gli ologrammi. Microsoft HoloLens è infatti un computer olografico libero, che non necessita di cavi, telefoni o connessione a un PC. È un visore dotato di lenti olografiche trasparenti ad alta definizione e suono ambientale per vedere e ascoltare gli ologrammi che ci circondano ed è gestito da una piattaforma informatica olografica basata su Windows 10. Il nuovo sistema operativo mette infatti a disposizione degli sviluppatori tutte le risorse per sperimentare in questo affascinante settore, dove già da ora le app universali di Windows 10 possono già funzionare come ologrammi pienamente interattivi.

Il futuro secondo Microsoft con HoloLens

VIDEO