Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Informatica e SmartHome

Tablet, convertibili e trasformabili: panoramica sui device con la super-portabilità nel sangue
02.11.2015 - Guide e tutorial

Tablet, convertibili e trasformabili: panoramica sui device con la super-portabilità nel sangue

Il successo dei tablet ha contribuito a rinfrescare e rinnovare profondamente l’intero settore informatico, con apparecchi inediti, dal design innovativo e capaci di sintetizzare alla perfezione la crescente necessità degli appassionati di tecnologia in mobilità di poter contare su device leggeri, super-portatili, sempre connessi e multiuso, adattabili a seconda delle esigenze del momento. Sono nate così molte variazioni sul tema del classico concetto di tablet e di notebook, grazie soprattutto alla possibilità di integrare la tecnologia touch in qualsiasi tipo di display, dal piccolo schermo di uno smartphone fino alle diagonali importanti dei desktop all-in-one da 20 e più pollici. È però la portabilità il tema dominante della maggior parte degli apparecchi più in voga del momento che, partendo da uno schermo touch di diagonale variabile, si sviluppano in molteplici modi dando origine a tre principali tipologie di device: i tablet "lisci", ai quali poter eventualmente aggiungere accessori ad hoc per ampliarne le funzionalità, i device trasformabili e quelli convertibili.

apple ipad air 2, sinonimo di tablet stand alone

I tablet “lisci” o stand alone sono quelli più diffusi e popolari, anche grazie al prezzo più basso e alla varietà di prodotti tra cui è possibile scegliere rispetto alle altre due tipologie di apparecchi. In questa fascia rientrano quindi tablet con display di diagonale variabile principalmente tra i 7 e i 10 pollici (anche se non mancano tablet da 12 o più pollici) e specifiche tecniche estremamente variabili in base al modello e alla marca scelta. Coloro che vogliono entrare nel mondo tablet senza dover impegnare una cifra troppo onerosa possono rivolgersi ai molti prodotti entry level sempre più diffusi sul mercato, realizzati da aziende leader del settore e quindi dotati di una costruzione generale, un design e - fatto da non sottovalutare - una struttura di assistenza post vendita adeguata. Non mancano ovviamente anche i top di gamma, che mettono a disposizione dell’appassionato una dotazione hardware al top, design sottile, ampio schermo multitouch super-risoluto, tanto spazio per memorizzare app e file personal e integrano le tecnologie più avanzate del settore, come ad esempio sensori biometrici per lo sblocco dell’apparecchio o display sensibili alla pressione.

Microsoft surface pro 4, un computer windows 10 in un tablet

Un tablet "nudo e crudo" può poi essere corredato da una serie di accessori - prodotti direttamente dalla casa madre o realizzati da aziende specializzate in questo tipo di periferiche extra - con i quali trasformarlo in un vero computer portatile ma ancora più leggero e sottile, da portare sempre con sé grazie alle comodissime cover ad aggancio magnetico che integrano una tastiera QWERTY completa con tasti a isola, trackpad e, se necessario, anche uno stand per tenere sollevato il tablet in verticale. Microsoft, ad esempio, ha realizzato due tipi diversi di tastiera/cover per i suoi tablet Surface, una con tasti a sfioramento sottile appena 3.25mm e una con tasti meccanici di 6mm di spessore, mentre per i prodotti Apple e i tanti device Android esistono moltissime tastiere Bluetooth, con o senza cover protettiva integrata, tra cui scegliere.

asus transformer book t300chi è un trasformabile con tastiera che si stacca

Con il termine "trasformabili" si intendono, generalmente, quei device costituiti da un tablet e una tastiera/dock che, una volta agganciata, trasforma l’apparecchio in un notebook ultraportatile. A differenza dei tablet lisci ai quali aggiungere una tastiera/cover dallo spessore ridotto e che funziona unicamente come accessorio per una migliore digitazione di lunghi testi, la docking dei trasformabili è molto più simile, come costruzione e design, alla parte inferiore di un classico notebook, con tastiera dai grandi tasti a isola anche retroilluminati, touchpad multigesture, porte supplementari tra cui USB, LAN e slot per schede SD e una batteria aggiuntiva che innalza la durata di autonomia del dispositivo fino a 18 o più ore.

Lenovo Yoga 2 Pro è un tablet con proiettore integrato

Le dimensioni classiche del display di un trasformabile composto da tablet e tastiera/dock - che può essere venduta in bundle con il prodotto oppure disponibile come upgrade - sono di 10.1", con risoluzione HD/Full HD o anche superiore e superficie multitouch fino a 10 dita contemporaneamente, ma vi sono anche prodotti che "ragionano al contrario" e partono dal concetto di notebook che si trasforma in tablet, come i Transformer Book di Asus. In questo caso abbiamo un display multitouch che si stacca con un solo gesto dalla tastiera/dock, nella quale trova posto, oltre a una batteria a lunga durata e a una completa serie di porte di connessione, anche un disco fisso classico da usare come capiente storage per i propri file e che può lavorare in parallelo con l’unità SSD montata all’interno del tablet, il quale contiene anche tutta la parte di computing con processore, RAM e batteria autonoma.

hp pavilion x360 è un convertibile con schermo ribaltabile

Il concetto di tablet si concretizza infine con soluzioni di raffinato e inventivo design nei cosiddetti "convertibili", portatili dove lo schermo non si stacca dalla tastiera/dock ma ruota, si ribalta, sia apre a scatto o si sdoppia per offrire, in un unico apparecchio, sia il comfort di scrittura e la flessibilità di poter lavorare tranquillamente con tutti quei programmi classicamente "da computer", che l’immediatezza e il feeling di utilizzo propri di un tablet e del suo sistema operativo touch-centrico. La nascita di questi dispositivi è stata possibile grazie alla costante miniaturizzazione di tutti i componenti che costituiscono un notebook, dall’unità SSD al posto dell’Hard Disk a processori a basso consumo ma alte prestazioni, dall’introduzione di schermi touch ad alta risoluzione, indispensabili per essere utilizzati su diagonali da 10 e più pollici e dall’uso di materiali leggeri e resistenti, come l’alluminio e il magnesio, per realizzare le scocche degli apparecchi.

samsung galaxy note pro 12.2 è un super tablet a grande schermo

I produttori si sono veramente sbizzarriti in questo settore, offrendo soluzioni veramente originali e particolari, come ad esempio portatili con schermo dotato di due display - uno interno e uno esterno -, che è possibile attivare selettivamente quando il computer è aperto in modalità notebook o chiuso per essere usato come tablet, ma anche accendere contemporaneamente per mostrare lo stesso contenuto, o due contenuti diversi, su entrambe le facce dello schermo. In altri casi il display può ruotare di 180° all’interno della cornice dello schermo che lo circonda ed essere quindi posizionato sopra la tastiera per trasformare in un attimo il notebook in un tablet, oppure il convertibile può avere uno schermo ripiegabile a 360°, che si apre e appoggia contro il fondo del notebook per abilitare la modalità tablet. Ancora, lo schermo può scorrere quando spinto in avanti per rivelare una tastiera QWERTY completa che lo fa passare a seconda delle necessità da notebook a tablet con un semplice gesto oppure, infine, con lo schermo che ruota di 180° sull’asse orizzontale e si ribalta in verticale andandosi a posizionare sopra la tastiera grazie al perno centrale al quale è fissato.

MEDIACOM WinPad 10.1 è un tablet trasformabile windows 10 dall¿ottimo rapporto prezzo/prestazioni