Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Informatica e SmartHome

Tutte le novità di Windows 8
05.11.2012 - Guide e tutorial

Tutte le novità di Windows 8

Windows 8

Un utente Windows che non avesse seguito tutte le fasi di sviluppo, le news e le anteprime di Windows 8 rimarrebbe facilmente spiazzato accendendo un computer con installato il nuovissimo sistema operativo di Microsoft. Una volta terminata la fase di boot c’è infatti la schermata Start ad accogliere l’utente e non più il classico desktop, con la barra degli strumenti, il tasto Start in basso a sinistra e tutti quegli elementi che da sempre hanno contraddistinto Windows.
La schermata Start è stata ideata seguendo la nuova filosofia dell’interfaccia Modern UI
(conosciuta inizialmente come Metro), basata su riquadri animati che rimandano alle applicazioni installate nel computer - sulla falsariga dei collegamenti sul desktop - ma che in più possono fornire informazioni dinamiche e in tempo reale senza bisogno di lanciare l’app.

Windows 8

La forma quadrata o rettangolare dei riquadri animati incarna alla perfezione l’anima touch di Windows 8, che può essere installato senza problemi su tablet con processori x86 (Intel e AMD) e dispositivi dotati di display sensibile al tocco - come i nuovi notebook/ultrabook o i desktop all-in-one.
All’interno della nuova concezione della schermata Start come punto d’inizio dell’esperienza Windows 8 si inserisce poi la rinnovata importanza assunta dal tasto fisico con il logo Windows presente in tutti i nuovi dispositivi ma anche su moltissime tastiere vendute negli ultimi anni: premendolo si torna infatti alla schermata Start, qualunque sia l’app aperta.
Il concetto di touch i
ntroduce di conseguenza le gesture che caratterizzano Windows 8, gesture indispensabili per utilizzare a fondo l’interfaccia Modern UI dotata di barre multifunzione a scomparsa che possono essere richiamate sia con gesti compiuti dal dito che usando i classici mouse e tastiera interagendo con i lati (o agli angoli) dello schermo. Ecco una rassegna delle gesture più comuni.

Windows 8

Gesture dal lato superiore: scorrendo il dito dal bordo superiore e trascinandolo fino a quello inferiore si chiude l’app aperta, mentre scorrendo velocemente dall’alto verso il basso si richiama il menu contestuale dell’app in esecuzione.
Comando equivalente con il mouse: clic con il tasto destro sull’app per visualizzare i comandi disponibili, trascinando l’app verso il bordo inferiore la si chiude.
Comando equivalente da tastiera: tasto con logo Windows + Z per richiamare il menu contestuale dell’app.

Gesture dal lato destro: scorrendo il dito dal lato destro dello schermo si richiama la barra dei comandi di sistema che integra la ricerca delle app installate o di contenuti contestuali all’app in esecuzione a tutto schermo, la funzione di condivisione, il tasto Start virtuale, la funzione Periferiche per gestire i device collegati al dispositivo e le Impostazioni per configurare e personalizzare Windows 8. Contemporaneamente a questa barra compare anche, in basso a sinistra sullo schermo, una tile con data, ora, stato della batteria e della connettività.
Comando equivalente con il mouse: posizionare il puntatore del mouse nell’angolo in alto a destra dello schermo per richiamare la barra dei comandi di sistema.
Comando equivalente con la tastiera: tasto con logo Windows + C.

Windows 8

Gesture dal lato inferiore: scorrendo il dito dal lato inferiore dello schermo verso l’alto compare la barra con i comandi contestuali dell’app in esecuzione, come ad esempio i controlli del lettore video.
Comando equivalente con il mouse: clic con il tasto destro sull’app per visualizzare i comandi disponibili.
Comando equivalente da tastiera: tasto con logo WIndows + Z per richiamare il menu contestuale dell’app.
Gesture dal lato sinistro: scorrendo il dito con un movimento destra-sinistra partendo dal lato sinistro dello schermo si richiama prima la miniatura dell’ultima app aperta e poi la si posiziona nella barra multitasking con le miniature di tutte le app in esecuzione. Passando velocemente il dito da sinistra a destra si richiamano invece a tutto schermo, una dopo l’altra, le varie app in esecuzione.
Comando equivalente con il mouse: posizionare il puntatore del mouse nell’angolo in alto a sinistra dello schermo per vedere le miniature delle app in background.
Comando equivalente con la tastiera: tasto Alt + Tab per scorrere tra le varie app in esecuzione.

La nuova schermata Start può quindi essere considerata come un elemento totalmente personalizzabile con i riquadri animati delle app che si preferiscono. Windows 8 è corredato da circa 17 app che sfruttano pienamente la natura dinamica dei riquadri animati, come ad esempio il Meteo che offre un’anteprima del clima della località predefinita nella live tile, mentre aprendo l’app si possono ottenere molte altre informazioni e statistiche dettagliate.
Messaggi usa notifiche istantanee per la messaggistica di servizi come Windows Live Messanger o la chat di Facebook, Notizie, Sport e Finanza offrono panoramiche delle ultime news riguardanti gli argomenti selezionati e Contatti racchiude per ogni nominativo presente in rubrica non solo mail e numero di telefono ma anche informazioni social e web.

Windows 8

Le due maggiori novità riguardano però probabilmente Internet Explorer 10 e la forte integrazione di Windows 8 con SkyDrive. IE 10 è un browser tutto nuovo, dotato di supporto all’accelerazione hardware e alla piattaforma HTML5, attento agli aspetti di sicurezza e salvaguardia della privacy online e con un’interfaccia in grado di massimizzare l’esperienza di navigazione grazie ad elementi a scomparsa, come la barra degli indirizzi o delle schede aperte.
L’altro elemento cardine nell’uso di Windows 8 è SkyDrive, ovvero lo spazio sulla nuvola di Microsoft, dove trovano posto tutti i file personali dell’utente, dalle foto alla musica ai documenti, senza trascurare calendario, contatti, email, app scaricate e anche impostazioni di sistema, così da replicare, su tutti i dispositivi Windows 8 in cui ci si registra con l’account Microsoft personale, la medesima esperienza d’uso.

Legato a doppio filo con il concetto di app c’è quindi il Windows Store, un negozio online nel quale trovare migliaia di app (o programmi, giusto per utilizzare il vecchio termine) da scaricare gratuitamente o acquistare, tutte realizzate per essere compatibili con l’interfaccia Modern UI e sottoposte ai rigidi controlli di Microsoft, che in questo modo cerca di limitare (se non eliminare) programmi malevoli e nocivi per il sistema operativo.
Su Windows 8 possono poi essere installati anche i classici programmi “legacy”, ovvero quelli realizzati per l’ambiente desktop, da scaricare liberamente dai vari siti web o da lanciare da supporti fisici come CD, DVD o chiavette USB. Discorso diverso per quanto riguarda Windows RT, la versione specifica per apparecchi che montano processori ARM - quindi sostanzialmente i tablet -, un sistema operativo più chiuso che consente di installare nuove applicazioni solo ed esclusivamente dal Windows Store.
Non è quindi possibile avviare un file eseguibile (il classico ".exe") dall’interfaccia desktop, che è comunque presente per consentire l’utilizzo del pacchetto Office 2013 RT, preinstallato sui dispositivi con Windows RT.

Windows 8

Ma cosa serve e come si fa a passare a Windows 8? Innanzitutto il passaggio a Windows 8 può avvenire acquistando un PC con il nuovo sistema operativo già installato, effettuando l’aggiornamento a Windows 8 Pro al prezzo speciale di 14,99 euro con il Windows Upgrade Offer se si ha acquistato un PC con Windows 7 tra il 2 giugno 2012 e il 31 gennaio 2013, oppure procedere all’aggiornamento standard partendo da una versione antecedente di Windows XP, Vista e 7 o all’installazione ex-novo.
Importante considerare che l’aggiornamento è possibile solo tra versioni di Windows con la stessa architettura - 32 o 64 bit - e l’eventuale passaggio da una all’altra richiede per forza l’installazione da zero.

Windows 8

Tutte le operazioni sono guidate dall’Assistente all’aggiornamento, che in pochi passi consente anche all’utente meno esperto di ritrovarsi con Windows 8 installato senza alcun intoppo.
Una volta che il software ha verificato la compatibilità del PC con il nuovo sistema operativo, procede al download dei file d’installazione o chiede di inserire il DVD su cui è presente la copia originale di Windows 8, quindi offre all’utente che aggiorna da Windows 7 la possibilità di salvare programmi, impostazioni e documenti (impostazioni e documenti da Vista, documenti da XP) e in un tempo compreso tra 20 e 60 minuti conclude le operazioni di aggiornamento.