Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Informatica e SmartHome

Atom Serie Z3000, la nuova generazione di processori Intel per device portatili Windows e Android
16.09.2013 - Guide e tutorial

Atom Serie Z3000, la nuova generazione di processori Intel per device portatili Windows e Android

Atom Serie Z3000

Intel è sempre più concentrata sul mondo mobile. All’IFA di Berlino ha mostrato come la quarta generazione di processori Core permette ai produttori di realizzare dispositivi sempre più sottili, performanti e con lunga autonomia. Le tecnologie di Intel e la creatività di aziende come Lenovo, HP e Acer, solo per nominarne alcune, insieme alle possibilità offerte da Windows 8 stanno facendo decollare i convertibili, prodotti che possono funzionare come tablet o come notebook.
Intel ha anche dichiarato chiaramente di voler essere sempre più presente su qualsiasi tablet, sia con Windows 8, ma anche con Android. Quindi prodotti con processori che sono primariamente efficienti dal punto di vista dei consumi, ma che devono comunque garantire prestazioni importanti. I primi passi sono già stati fatti con gli attuali Atom, ad esempio con il processore, nome in codice Cloverfield+, presente nel Tab 3 10 pollici di Samsung.
Il passo decisivo viene però fatto ore con il lancio di un nuovo SoC – System on a Chip in grado di offrire, in un unico pacchetto unificato, grandi prestazioni in mobilità, grande autonomia della batteria ed elevate performance nel settore grafico. Questi tre punti cardine prendono vita negli attesissimi Atom Serie Z3000, espressamente pensati per equipaggiare i tablet di nuova generazione e con il plus tecnologico di supportare nativamente dispositivi con sistema operativo sia Windows che Android.
I SoC con nome in codice Bay Trail destinati ai tablet che Intel ha svelato l'11 settembre sono due: la Serie Atom Z3700, con processori quad core, grafica Intel HD Graphics e compatibilità con i sistemi operativi Windows e Android, e la Serie Atom Z3600, con processori dual core, grafica Intel HD Graphics e compatibilità con Android.

Atom Serie Z3000

I dati snocciolati da Intel nel corso della presentazione della Serie Z3000 d'altronde parlano chiaro: più di otto ore di autonomia nella riproduzione di video Full HD, circa tre settimane di stand-by, velocità di elaborazione raddoppiata nella versione quad core rispetto ai precedenti Atom e triplicata sotto il profilo grafico con le nuove GPU Intel HD Graphics, merito anche della rinnovata Intel Burst Technology 2.0, modalità dual screen per replicare quanto visualizzato sullo schermo del device portatile su un altro monitor - anche via wireless e con una risoluzione massima di 2.560x1.600 pixel - e, infine, un'intera suite di applicazioni e tecnologie pensate per garantire la massima sicurezza in mobilità e in ogni ambito, dall'acquisto di beni via NFC al download di applicazioni.
Entrambi gli Atom Serie Z3000 godono del processo di costruzione a 22nm con microarchitettura Silvermont, hanno una frequenza massima di 2.4GHz per la versione quad core e 2.0GHz per quella dual core, supportano fino a 4GB di RAM DDR3 a 1.333MHz e display con risoluzione compresa tra 1.200x800 pixel e 2.560x1.600 pixel, con il Full HD a farla da padrone.
L'ottimale bilanciamento tra elevate prestazioni e consumi fino a cinque volte inferiori rispetto ai precedenti Atom è stato ottenuto da Intel anche grazie all'affinamento della tecnologia 3-D Tri-gate, che dalle CPU desktop è stata ottimizzata per la produzione dei SoC Atom Serie Z3000, che si prestano così sia per equipaggiare tablet votati alla multimedialità spinta, con gaming e visione di contenuti in HD a farla da padroni, ma anche per assecondare le esigenze lavorative di professionisti della grafica, fotografia e video con apparecchi dal form factor trasformabile, in cui il tablet dotato di SoC Atom Serie Z3000, una volta agganciato alla sua tastiera/cover a corredo, diventa un efficiente notebook supersottile e superportatile con il quale sbrigare qualsiasi tipo di lavoro in mobilità.