Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Informatica e SmartHome

Windows 8, il nuovo inizio di Microsoft sotto il segno del touch
25.10.2012 - Guide e tutorial

Windows 8, il nuovo inizio di Microsoft sotto il segno del touch



Dopo le anteprime, le build scaricabili gratuitamente dal sito ufficiale Microsoft e le molte micro news di aggiornamento rilasciate per illustrarne le caratteristiche di spicco, ecco che finalmente è disponibile all’acquisto Windows 8, l’ultima evoluzione del sistema operativo più famoso e installato sui PC di tutto il mondo.
Considerando le funzionalità del sistema operativo e il design dell’interfaccia principale non sarebbe azzardato parlare di rivoluzione vera e propria, con la nuova schermata Start al centro dell’esperienza d’uso. Abbandonato forzatamente il brand Metro utilizzato per identificare la grafica dell’interfaccia a tile dinamiche - ovvero le piastrelle quadrate o rettangolari che identificano le varie app - e ora identificata come Modern UI (User Interface), Windows 8 è caratterizzato innanzitutto dalla sua natura fortemente cross platform, ovvero la possibilità di avere la stessa esperienza di utilizzo e lo stesso feeling usando un computer desktop, un notebook o un tablet grazie all’impronta fortemente touch-centrica data da Microsoft a questo sistema operativo.




Le live tile e tutta la schermata Start, con i suoi angoli e lati multifunzione, le barre a scorrimento e il multitasking dinamico, possono essere apprezzati indistintamente usando un tablet sfruttando gesture e il tocco delle dita ma anche con il più classico PC dotato di mouse e tastiera.
La vera innovazione si ha però sfruttando le potenzialità combinate dei nuovi prodotti hardware studiati per trarre il massimo da Windows 8, tutti dotati di superfici touch: i notebook/Ultrabook, i monitor per desktop, i desktop all-in-one e i tablet convertibili/trasformabili, con tastiere a scomparsa o ad aggancio magnetico.
Questa originale interfaccia è quindi l’ideale complemento del concetto di app, che grazie alla diffusione di smartphone e tablet è ormai entrato nel bagaglio tecnologico di una larga fetta di utenti, rappresentando la versione più facile da installare e meno complicata da far funzionare dei classici programmi.




In Windows 8 debutta quindi il Windows Store, dal quale scaricare le app realizzate appositamente per l’interfaccia Modern UI, mentre le applicazioni classiche – quelle da lanciare con l’ormai ben conosciuto file “setup.exe” - possono essere scaricate dal web tramite il browser, come sempre fatto sinora. Con Windows 8 il passato infatti non è stato certo cancellato, tant’è che sotto l’interfaccia Modern UI è presente il classico desktop - al quale accedere con l’apposita tile - un po’ rivisto e alleggerito di alcune funzioni accessibili dall’interfaccia Start ma indispensabile per lanciare i cosiddetti software legacy, ovvero tutti quei programmi vecchi e nuovi sviluppati per le precedenti versioni di Windows, in particolar modo le versioni XP e 7, la cui compatibilità è largamente assicurata.
Windows 8 è disponibile in tre edizioni diverse: Windows 8, 8 Pro e 8 Enterprise, con quest’ultima disponibile solo per le grandi aziende, mentre la Pro si differenzia sostanzialmente per maggiori funzioni dedicate alla sicurezza e alla gestione in ambito server e da remoto. Windows 8 è installabile su tutti i computer e tablet basati su architettura x86 che soddisfano i requisiti minimi, e per passare al nuovo sistema operativo è possibile sia aggiornare da un Windows precedente con il pacchetto di update che procedere a un’installazione da zero.




Tra le maggiori novità introdotte da Windows 8 è da citare il browser Internet Explorer 10, Skype e le sue funzioni telefoniche fortemente integrate nel sistema operativo, SkyDrive, l’area multimediale coperta dal nuovo servizio Xbox Live con game, musica e video, e le tante app con live tile dinamiche per avere sempre sotto controllo meteo, mappe, calendario, contatti e tanto altro ancora.
Come emanazione di Windows 8 esiste poi Windows RT, una versione sviluppata per i tablet basati su architettura ARM, come ad esempio i processori Quallcomm e NVIDIA Tegra, che è possibile trovare solo già preinstallata sui tablet presenti in commercio. Windows RT è completamente basato sulle app sviluppate e scaricabili dal Windows Store, quindi non è possibile installare un qualsiasi file “.exe” scaricato da un sito Internet o i vecchi programmi legacy, anche se è presente l’ambiente desktop, resosi necessario per garantire la presenza della versione Office 2013 RT che Microsoft ha deciso di offrire preinstallata su tutti i tablet con Windows RT.