Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Telefonia e Smartwatch

Apple Watch, lo smartwatch Apple dall'anima classica, sportiva ed esclusiva
10.03.2015 - Novità e anteprime

Apple Watch, lo smartwatch Apple dall'anima classica, sportiva ed esclusiva

Apple Watch, Apple Watch Sport e Apple Watch Edition: sono questi i tre modelli dello smartwatch Apple che hanno calamitato l’attenzione del pubblico presente all’interno dello Yerba Buena Center di San Francisco, sede scelta da Tim Cook e soci per mostrare al mondo le ultime novità dell’azienda con la mela morsicata. Grande protagonista della serata è stato, come si supponeva, Apple Watch, la cui data di uscita è stata ufficializzata per il 24 di aprile ma solo in alcuni mercati. Gli appassionati di tecnologia di Paesi quali Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Hong Kong, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti a fine aprile potranno quindi mettere al polso l’ultimo gioiellino Apple, mentre all’Italia tocca aspettare.

Apple Watch è disponibile in tante diverse combinazioni

Apple Watch, come ha sottolineato più volte Apple, è un “orologio intelligente” estremamente personalizzabile, che richiede un iPhone (dal 5 in su) e che consente di gestirne i messaggi le chiamate in ingresso e uscita con la funzione vivavoce e di usare GPS e connettività dello smartphone Apple per connettersi a internet. Apple Watch ama lo sport, tiene sotto controllo la nostra salute con il sensore biometrico integrato ed è pronto ad accogliere le migliaia di app che gli sviluppatori possono realizzare usando i nuovi kit di programmazione a disposizione. Tutto questo in un design curato e rifinito come da tradizione Apple, che riesce ad essere elegante, sportivo e casual grazie alle combinazioni tra cassa - che può essere scelta alta 38 mm o 42 mm -, cinturini e quadranti virtuali da visualizzare.

Apple Watch può essere sportivo o elegante a seconda del cinturino scelto

Nel corso della presentazione è stata poi fatta chiarezza riguardo la tanto favoleggiata autonomia di Apple Watch, che con un uso normale arriva a 18 ore (72 ore in modalità Basso Consumo). Il dispositivo si ricarica mediante un comodo connettore sigillato e senza contatti a vista che si aggancia al fondo della cassa di Apple Watch anche se non viene allineato perfettamente grazie all’integrazione di una tecnologia a metà tra quella MagSafe proprietaria di Apple e quella a induzione. Volendo scendere un po’ più nei dettaglio Apple dichiara che Apple Watch, con una ricarica completa che avviene in circa due ore, permette 3 ore di conversazione, 6,5 ore di riproduzione musicale via Bluetooth, fino a 7 ore di allenamento con cardiofrequenzimetro attivo e fino a 48 ore di cronometraggio.

Il design di Apple Watch è sportivo ma anche raffinato

Apple Watch è il modello standard, caratterizzato da cassa in acciaio inossidabile, vetro in cristallo di zaffiro e cinturini/bracciali intercambiabili di vario tipo, Apple Watch Sport utilizza una cassa in alluminio anodizzato con vetro Ion-X e robusti cinturini colorati, e infine Apple Watch Edition è la versione più prestigiosa con cassa in oro giallo o rosa 18 carati, vetro in cristallo di zaffiro e cinturini di alta qualità con chiusure di pregio, dal prezzo di partenza di 10.000 dollari! Proprio sui cinturini, intercambiabili mediante un meccanismo proprietario che non richiede l’uso di alcun tipo di strumento, Apple ha speso moltissimo tempo e risorse per offrire grande varietà di scelta così da consentire all’appassionato di realizzare un Apple Watch quanto più “ad hoc” possibile. Si va quindi dai bracciali a maglia ai cinturini sportivi in fluoroelastomero (un materiale più flessibile della gomma), dal loop in pelle a quello a maglia milanese, passando per modelli più classici o contraddistinti da fibbie e fermagli dalle fogge più disparate. Rimanendo in tema di personalizzazione, anche i quadranti aiutano a cambiare il look dello smartwatch a seconda dell’umore, potendone modificare i colori, scegliere gli elementi grafici e le funzioni aggiuntive da mostrare nella schermata principale di Apple Watch OS, il sistema operativo sviluppato appositamente per Apple Watch, come cronometri, indici di borsa, previsioni meteo e così via. Il profilo rettangolare con bordi arrotondati della cassa è interrotto unicamente da un pulsante multifunzione e dalla Corona Digitale, entrambi posti sul lato destro.

La Corona Digitale consente di controllare al meglio Apple Watch

La Corona Digitale è la grande idea di Apple, che ha racchiuso in un elemento caratteristico degli orologi meccanici le funzioni necessarie per gestire al meglio l’interfaccia di Apple Watch. Ispirandosi alla rivoluzionaria ghiera cliccabile dell’iPod, infatti, la Corona Digitale consente di essere cliccata e ruotata per effettuare zoom, scorrere e selezionare gli elementi desiderati mostrati a schermo. Inoltre, sempre per quanto riguarda le possibilità di input, il display Retina di Apple Watch è sensibile al tipo di pressione e non solo al tocco, per offrire maggiori sfumature e opportunità di interazione grazie alla funzione Force Touch. In questo modo, ad esempio, è possibile visualizzare menu contestuali diversi all’interno dell’app Messaggi o della schermata di selezione dei diversi quadranti semplicemente facendo un lieve tap oppure effettuando una pressione più forte.

La tecnologia di ricarica combina MagSafe e induzione

Come da tradizione, Apple ha poi fatto in modo di unire design e funzioni in modo da porre l’esperienza d’uso al centro del suo smartwatch, sfruttando sia l’hardware che il software di Apple Watch. Messaggi, notifiche e chiamate vengono “avvertite” sulla pelle grazie alla leggera vibrazione che li accompagna, generata dal Taptic Engine. Grazie alla presenza di altoparlante e microfono questi possono poi essere gestiti con comandi vocali tramite Siri, con messaggi testuali preimpostati oppure utilizzando una delle nuove emoji (icone) animate. I più creativi possono invece sfruttare le funzioni Digital Touch, per inviare ad altri possessori di Apple Watch quello che si è appena disegnato a mano libera sullo schermo del proprio orologio, un semplice tocco per ricordare a chi si ama che lo si sta pensando o addirittura i battiti del proprio cuore, che spesso rivelano più di mille parole. Sempre rimanendo in tema di funzioni, l’altra grande area di interesse coperta da Apple Watch è quella relativa al fitness e alla salute personale. Apple Watch è dotato di un sensore biometrico per rilevare l’intensità dello sforzo in base alla frequenza cardiaca, di accelerometro per misurare i movimenti del corpo e di connettività Bluetooth 4.0 per interfacciarsi con iPhone dal 5 in su per utilizzarne GPS e Wi-Fi così da calcolare distanza percorsa e tragitto effettuato. Proprio riguardo iPhone (e anche iPad e iPod touch) nel corso della serata Apple ha ufficializzato il rilascio dell’aggiornamento gratuito iOS 8.2, che abilita il supporto a Apple Watch oltre a correggere alcuni bug e migliorare la stabilità generale del sistema operativo.

Apple Watch è un perfetto compagno di allenamento e salute fisica

Apple ha infine curato con attenzione il comparto software del suo smartwatch, corredandolo di tante app già preinstallate. L’app Attività, ad esempio, mostra con grafici semplici e chiari quanto moto si sta facendo, suddividendo gli obiettivi da raggiungere a fine giornata in calorie bruciate, tempo speso in piedi lontano dalla scrivania e minuti di esercizi più intensi effettuati. L’app Allenamento di Apple Watch tiene invece traccia dell’attività prettamente sportiva mostrando all’istante tempo, distanza, calorie bruciate e ritmo, con la possibilità di impostare obiettivi specifici per variare la routine giorno dopo giorno. E nel caso si voglia avere un colpo d’occhio dell’andamento mensile della propria attività fisica? Basta installare l’app Fitness sull’iPhone così da osservare le attività compiute nell’ultima settimana o nell’ultimo mese e analizzarle poi nel dettaglio giornaliero, mentre l’app Salute di iPhone consente di condividere i dati delle proprie attività e degli allenamenti con altre app dedicate alla salute e al fitness installate sullo smartphone, anche se sono di altri sviluppatori.

Apple Watch richiede iPhone dal 5 in su con iOS 8.2

Alle funzioni di comunicazione e monitoraggio dell’attività fisica si aggiungono poi molte altre app di utilità che rendono Apple Watch un apparecchio versatile e sfaccettato. Sul suo display è possibile consultare il calendario, una mappa, il meteo, la borsa, la libreria foto dell’iPhone, la carta d’imbarco salvata in Passbook, effettuare un pagamento tramite Apple Pay, controllare la musica in riproduzione sull’iPhone, l’Apple TV o la libreria iTunes su Mac o PC e persino usarlo come mirino per comandare le funzioni di scatto del telefono. Nonostante le dimensioni contenute del display, Apple è poi riuscita a far sì che le informazioni importanti siano sempre a portata di “sguardo” con la modalità “Glances” (sguardi, appunto). Basta sfiorare il quadrante verso l’alto per avere una panoramica delle app più usate, delle loro notifiche e delle informazioni che contengono, app da scorrere rapidamente mediante le anteprime a pannelli e selezionare con un semplice tocco per visualizzare ciò che interessa a schermo intero. Tutto con la massima fluidità e intuitività.