Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Audio e Video

Guida ai TV 3D senza occhiali
31.01.2011 - Guide e tutorial

Guida ai TV 3D senza occhiali

TV 3d senza occhiali

Poter vedere la televisione in 3D senza l’uso di occhiali, è il sogno di molti
Il successo delle tv 3D è sotto l’occhio di tutti. Anche se sono ancora pochissime le trasmissioni 3d, anche se i dischi Blu-ray 3D cominciano solo ora ad avere una discreta diffusione, sono ormai tante le famiglie che hanno in casa un televisore con modalità tridimensionali.
L’unico problema sono gli occhiali attivi
che si devono obbligatoriamente indossare. Ogni spettatore li deve avere per non vedere in maniera confusa e caotica. Già ciò crea problemi a una famiglia numerosa, ma diventa addirittura impossibile invitare un gruppo di amici a vedere un’importante partita di calcio in 3D. Questo perché gli occhiali attivi costano alcune decine di euro e non se ne possono avere in casa più di un certo numero.
Le aziende conoscono bene il problema e, già da molto tempo, stanno studiando e progettando televisori in grado di generare immagini 3D visibili senza che sia necessario indossare gli occhiali.

TV 3d senza occhiali

(visione di un tv 3D classico)

TV 3d senza occhiali

(sistema di funzionamento 3D senza occhiali di Apple)

Sono già stati fatti passi da gigante, alle fiere di settore si sono visti molti prototipi e i primi modelli saranno commercializzati nei primi mesi di quest’anno. Non sono, però, ancora tutte rose e fiori. Per prima cosa le dimensioni dei modelli in vendita sono ancora limitate ed è probabile che cominceremo a essere utilizzati soprattutto come monitor per computer.
I motivi sono due a cominciare dal prezzo il quale, com’è facile immaginare poiché si tratta di prodotti tecnologicamente all’avanguardia, saranno molto alti. Il secondo è più tecnico e riguarda l’angolo di visione e la distanza dallo schermo. Infatti, in questi primi modelli, per vedere correttamente il 3D, si deve stare a una precisa distanza dallo schermo ed esattamente di fronte ad esso o, comunque, entro un angolo molto ristretto, cosa che impedisce la visione contemporanea a più persone.
Le cose, comunque, stanno già evolvendo. Infatti, Toshiba ha annunciato che metterà presto in vendita in Giappone un televisore 3D senza occhiali da 21 pollici che integra la tecnologia autostereoscopica a barriera di parallasse. In pratica nel pannello sono presenti degli elementi che, a partire da un’immagine bidimensionale, ne creano nove tridimensionali. Grazie a ciò è possibile vedere le immagini in 3D da nove posizioni diverse rispetto all’asse del televisore. Non è ancora la condizione ideale perché lo spettatore non deve spostarsi, ma è già un passo avanti. Comunque, oltre a Toshiba, altre aziende hanno annunciato prodotti simili in uscita nel 2011, tra queste Fujitsu.
Viene da chiedersi, però, quando il 3D senza occhiali arriverà effettivamente sul mercato consumer. In elettronica fare previsioni è difficilissimo e sappiamo che le possibilità di errore sono molte. Possiamo, però, ipotizzare il 2011 come un anno di prototipi e di sperimentazione, il 2012 come l’anno dei primi modelli costosi ma di una certa efficacia e il 2013 il momento in cui può cominciare una buona diffusione del 3D senza occhiali. Non manca, moltissimo, ma non è certo il caso di trattenere il fiato!