Aria pura in casa | Euronics
Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Elettrodomestici

Aria pura in casa
13.03.2020 - Novità e anteprime

Aria pura in casa

E' ora di cambiare aria… eliminando le particelle nocive che inquinano, anche dentro casa nostra.

Dimentichiamo pure i ventilatori tradizionali: la parola d’ordine adesso è purificare l’aria. La novità è che questo si può fare non solo attraverso un buon climatizzatore (tra l’altro sarebbe un buon momento per acquistarne uno approfittando dei buoni sconti) ma anche tramite un vero e proprio purificatore, ovvero un apparecchio dotato di filtri ad hoc, progettati proprio a questo scopo.

LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELL’IGIENE

???

Avere aria pura e sana in casa (ma vale anche in ufficio) è una buona regola da seguire in ogni caso, a partire dal ricambio d’aria tutti i giorni per eliminare l’anidride carbonica in eccesso. Migliorare l’aria del luogo dove si vive è per fortuna molto più facile che in passato, grazie alle tecnologie di purificazione d’aria utilizzate negli apparecchi attuali. Un purificatore d’aria, infatti, al contrario di un normale ventilatore non si limita a muovere l’aria, magari raffrescando o riscaldando, ma la filtra attraverso un processo molto più complesso. In pratica, aspira l’aria presente nella stanza, la filtra e la purifica per poi re-immetterla in circolazione.

 

COSA VUOL DIRE PURIFICARE

Quando parliamo di filtrare l’aria non dobbiamo pensare solo a sporco o peli di animali ma anche a tanti altri agenti atmosferici. Tra questi, ad esempio, ci sono il polline e gli allergeni (PM10), i Batteri e le spore di muffa (PM5) fino a particelle ultrafini che possono arrivare a PM 0,1. Molti elementi dell’ambiente domestico, dai rivestimenti alle vernici, possono infatti rilasciare inquinanti microscopici, come la formaldeide, il biossido di azoto o il Benzene. Le particelle di Formaldeide sono 500 volte più piccole rispetto al particolato PM 0,1. 

???

Scopri di più 

Di fatto, un buon purificatore riesce ad eliminare fino al 99,9% delle micro particelle, comprendendo ovviamente anche muffa, polvere, capelli e altro ancora, un vero toccasana anche per chi soffre di allergie.
I prodotti più moderni di purificazione dell’aria non solo riescono ad eliminare queste particelle, ma in alcuni casi ci informano (attraverso un display) anche di cosa è stato rilevato e cosa è stato eliminato, così da aumentare la nostra conoscenza degli inquinanti che sono stati trovati.

 

ALTRE FUNZIONI IMPORTANTI

L’aria, dopo essere stata purificata viene poi distribuita in tutta la stanza. Anche questa è una specifica tecnica da tenere presente: un purificatore d’aria deve riuscire a diffondere l’aria pura dappertutto, grazie ad un getto potente e ben distribuito, altrimenti si rischia che ci siano zone con aria pura e zone più inquinate. A seconda delle caratteristiche del prodotto, l’aria può essere fresca (in questo caso l’apparecchio è in modalità “ventilatore”) oppure potrebbe essere in grado anche di riscaldarla, fungendo così anche da elemento riscaldante, generalmente regolato da un termostato, così da bloccarsi una volta raggiunta la temperatura desiderata. Il tutto controllabile spesso attraverso un’app, così da poter gestire il tutto direttamente da smartphone, o addirittura via controlli vocali, per gli apparecchi compatibili. Un’altra funzione interessante è quella ECO, che permette di ottimizzare il consumo energetico e risparmiare così sulla bolletta.

???

<