I piccoli elettrodomestici che aiutano a mantenersi in salute | Euronics
Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Elettrodomestici

I piccoli elettrodomestici che aiutano a mantenersi in salute
15.04.2019 - Novità e anteprime

I piccoli elettrodomestici che aiutano a mantenersi in salute

Estrattori, frullatori e centrifughe sono alleati preziosi per chiunque voglia impegnarsi a mangiare in modo salutare. Ecco qualche conisglio su come sceglierli.

Per alimentarsi in modo sano ed equilibrato i nutrizionisti e l’Organizzazione Mondiale della Sanità consigliano di consumare cinque unità di frutta e verdura al giorno. Purtroppo rispettare i buoni propositi può essere complicato per ragioni di tempo e di gusti. Perché allora non aiutarsi con un elettrodomestico che consenta di preparare sul momento, in modo semplice e veloce, bevande a base di frutta e verdura, ricche di vitamine e sali minerali? Sono di facile consumo e abbinando gli ingredienti seguendo qualche semplice ricetta risultano anche buone. Non solo: quando si mangiano frutti e verdure interi, i tempi di digestione sono lunghi (dalle due ore e mezza alle cinque) e il corpo riesce ad assimilare solo circa il 15-20% dei principi nutritivi. Grazie ai succhi, soprattutto quelli prodotti mediante estrazione a freddo, la percentuale di assorbimento delle sostanze che fanno bene sale fino al 65% e i tempi di digestione si riducono drasticamente.
I piccoli elettrodomestici adatti allo scopo sono tre: l’estrattore a freddo, la centrifuga e il frullatore. La differenza principale sta nella tecnologia impiegata per realizzare la bevanda e nei giri al minuto (o rpm) raggiungibili dal motore, caratteristiche che si riflettono su consistenza e proprietà del succo ottenuto.

L’ESTRATTORE

L’estrattore spreme a freddo frutta e verdura, in modo lento e dolce. I giri al minuto si attestano tra i 40 e i 110 circa. Esercitando però una forte pressione, permette di ottenere un succo ricco di sostanze nutritive e micro-elementi che fanno bene alla salute, come enzimi (preziosi acceleratori di alcune reazione tipiche del nostro corpo, come quelle digestive), minerali e vitamine. Tanto che il succo prodotto dall’estrattore viene anche definito “succo vivo”. Non c’è il rischio di andare incontro a ossidazione, quel processo che degrada velocemente i nutrienti e che può essere accelerato dal calore sviluppato dalle lame che ruotano velocemente come dal contatto tra alimenti e aria. Il residuo che si ottiene dalla spremitura è generalmente piuttosto secco e di facile smaltimento, perché il rapporto tra succo e scarto è elevato: l’estrattore è uno strumento molto efficiente.
Tra gli elementi da valutare nella scelta dell’estrattore c’è la dimensione del foro in cui si inseriscono frutta e verdura. I modelli con apertura ampia (70-80 mm) permettono di aggiungere gli ingredienti più grossi dopo averli lavati senza tagliarli, come ad esempio mele, arance e finocchi, velocizzando il processo. Poi è bene considerare la facilità (o meno) di pulizia in base alla presenza del sistema di separazione automatica dei residui. Tra le altre caratteristiche che possono aiutare nella scelta di un estrattore c’è il motore: quelli a induzione con ingranaggi in acciaio spremono con maggiore facilità la frutta e la verdura più dura e fibrosa, come melograno, noci e carciofi. Infine, a distinguere i modelli c’è la coclea, il cuore di ogni estrattore, che differenzia questo elettrodomestico da centrifughe e frullatori. Si tratta di una di vite che schiaccia e spreme la frutta e la verdura per ottenerne il succo. Può essere singola e orizzontale, singola e verticale, oppure doppia. La prima è ideale per estrarre il succo da verdure a foglia o frutta piccola, come i frutti di bosco e abbinata a uno o più filtri permette di ottenere senza fatica l’estratto da frutta molto morbida. La seconda ha l’indubbio vantaggio di determinare un design compatto e poco ingombrante perfetto per chi ha poco spazio. Le coclee con più di una lama, oltre a spremere, spingono frutta e verdura verso il basso facilitando le operazioni di pulizia. Infine, la coclea doppia è molto efficace con qualsiasi tipo di vegetale, può essere utilizzata per produrre l’impasto della pasta fresca o il burro ma è generalmente più costosa e determina un processo di spremitura più lento. Di solito le coclee sono realizzate in UltemTritan oppure in policarbonato, materiali molto resistenti.
Tutti gli estrattori di succo in vendita nei negozi garantiscono silenziosità e bassi consumi. In base al tipo di estrattore e agli alimenti scelti ci possono volere da 4-5 a 10 minuti per ottenere il succo, che risulta limpido, omogeneo e quasi del tutto privo di fibre. Per garantire un buon funzionamento è meglio inserire pochi vegetali alla volta.

LA CENTRIFUGA

La centrifuga trita la frutta o la verdura con una lama ad alta velocità, lavorando tra i 6000 e i 18000 rpm circa. Trattiene gli scarti, ovvero la polpa (che risulta piuttosto liquida e abbondante) e permette solamente a una piccola parte di fibre di “passare” nel succo. Il risultato è una bevanda non del tutto omogenea ma molto simile a quella prodotta dall’estrattore, altamente digeribile, zuccherina e leggera (non dà senso di sazietà e non appesantisce). Il principale vantaggio nell’utilizzo di una centrifuga rispetto all’estrattore è la velocità: in 2 o 3 minuti il succo è pronto, a fronte però della perdita di parte del contenuto in enzimi, vitamine e minerali, a causa dell’ossidazione provocata dal calore sviluppato dalla rotazione. Anche nel caso delle centrifughe, setacci e sistemi di separazione automatica del succo dagli scarti facilitano notevolmente le operazioni di pulizia, che se fatte poco dopo l’utilizzo risultano veloci e poco faticose.

IL FRULLATORE

Grazie alla rapida rotazione di due o più lame di metallo, con un numero di giri al minuto generalmente superiore a quello delle centrifughe, il frullatore rompe facilmente le fibre di frutta e verdura, sminuzzandole, per ottenere un composto denso di polpa e succo, ideale per la preparazione di frappé e frullati che saziano e forniscono un buon apporto di vitamine, sostanze nutritive, e fibre, ottime per il transito intestinale. Basta aggiungere acqua, ghiaccio, latte (animale o vegetale) oppure ancora gelato o yogurt per ottenere la consistenza ideale. Pure in questo caso, come per la centrifuga, parte dei micro nutrienti vengono persi a causa del processo di ossidazione dovuto al calore sviluppato dalle lame e a causa dell’aria inglobata nella rotazione, ma l’ottenimento del frullato è facile e veloce così come le operazioni di pulizia. Rispetto ai succhi e ai frullati confezionati, che sono pastorizzati, sono sempre da preferire le bevande fatte in casa che non vengono bollite e conservano se non tutti almeno parte degli elementi più delicati e utili alla salute, come appunto le vitamine. I frullatori sono poi un valido aiuto per preparare ricchi passati di verdura nei quali utilizzare anche la buccia degli ortaggi. A seconda delle proprie necessità è possibile scegliere un frullatore a immersione piuttosto che uno con caraffa e lame integrate.

HOTPOINT ARISTON SJ 15XL UM0

Estrae il succo da frutta e verdura grazie alla tecnologia Soft Squeeze che funziona a meno di 50 rpm: permette di spremere qualunque vegetale in modo silenzioso ed efficace fino alla quantità massima di 1 litro. Il sistema Power Gear è pensato per consentire la spremitura dei frutti e delle verdure più duri e fibrosi, mentre il tubo di inserimento extra large con bocchetta da ben 76 mm è ideale per inserire gli ingredienti senza necessità di tagliarli. SJ 15XL UM0 di Hotpoint Ariston promette di ricavare il 35% di succo in più da qualsiasi vegetale rispetto a una tradizionale centrifuga. Sfruttando l’accessorio sorbetto incluso è possibile preparare dessert a partire dalla frutta congelata. Nella confezione oltre al filtro per i sorbetti sono inclusi un pestello, la spazzola per pulire più agevolmente l’elettrodomestico e due filtri, uno adatto alla preparazione di succhi, l’altro per i dessert freddi. La potenza massima è pari a 150 W.

Hotpoint SJ 15XL

PHILIPS HR1894/80

Una tecnologia dal nome che dice tutto, Micromasticating, consente all’estrattore Philips HR1894/80 di utilizzare fino al 90% del contenuto di un frutto per trasformarlo in un succo leggero e ricco di micronutrienti. Questo elettrodomestico è in grado di lavorare vegetali di qualsiasi consistenza e dimensioni, dalle banane ai manghi passando per foglie verdi e noci. Sfruttando la funzione Pre-Clean, che elimina dall’estrattore le ultime gocce rimaste nel contenitore, si velocizzano le operazioni di pulizia, ulteriormente semplificate dalla presenza del setaccio liscio, dalla funzione di auto-separazione dei residui e dalla facilità di smontaggio dei pezzi. Il sistema salvagoccia evita fuoriuscite mentre il design con coclea orizzontale deposita il succo direttamente nel bicchiere. Potenza massima 200 W, capacità pari a 1 litro di succo.

Philips HR1894

ELECTROLUX ESF 2000

Centrifuga per frutta e verdura con 2 impostazioni di velocità adatta a ingredienti morbidi o duri. Grazie al doppio filtro riesce a estrarre una maggiore quantità di succo e vitamine rispetto alle tradizionali centrifughe con filtro singolo. La caraffa contiene fino a 800 ml di succo mentre il serbatoio per la polpa, removibile, ospita fino a 2 litri di scarti. Il corpo in acciaio e i quattro piedini a ventosa garantiscono la massima stabilità dell’elettrodomestico mentre è in funzione, anche al numero massimo di giri. Electrolux ESF 2000 è dotata di un ampio canale per l’inserimento, volendo, della frutta intera (diametro delle dimensioni di una mela). Inoltre, tutte le parti removibili sono comodamente lavabili in lavastoviglie. Il motore ha una potenza pari a 800 W. Il design compatto ed elegante ne fa un oggetto da lasciare in bella vista sul ripiano della cucina. 

Electrolux ESF 2000

BOSCH MES4000

Dotata di lama in ceramica dal filo di lunghissima durata, questa centrifuga è caratterizzata da tubo di carico XXL con diametro molto largo, pari a ben 84 mm. Bosch ha posto particolare attenzione ai materiali costruttivi: oltre alla ceramica, la MES4000 vanta un beccuccio di uscita con sistema antigoccia DripStop in acciaio inox, che garantisce un maggior livello di igiene ed evita il gocciolamento e il microfiltro in acciaio elettrolucidato per una pulizia più facile e veloce. Il motore da 1000 watt a due velocità garantisce buoni risultati pure con la frutta e la verdura più dure. Elimina automaticamente gli scarti e ha un grande contenitore da 3 litri adatto per preparare il succo a tutta la famiglia. È inclusa una caraffa da 1,5 litri con separatore di schiuma.

Bosch MES4000

MOULINEX LM811D

Si tratta di un frullatore con sistema Air Cooling e Tecnologia Tripl'Ax: sei lame in acciaio inox combinano tre azioni complementari per migliorare i risultati ottenuti. Due lame rivolte verso l'alto creano un effetto ciclonico e trascinano gli ingredienti verso gli elementi taglienti (azione uno). Due lame orizzontali, la prima affilata e la seconda dentellata, miscelano finemente e frullano tutti i tipi di ingredienti, ghiaccio incluso (azione due). Infine, due lame rivolte verso il basso triturano tutto quello che che finisce in basso nel bicchiere (azione tre). I programmi predefiniti (tritaghiaccio, frullati, autopulizia), combinati con il selettore di velocità retroilluminato (con funzione a impulsi) consentono di ottenere facilmente una buona varietà di preparazioni. Il vaso è in vetro termoresistente di alta qualità e può contenere fino a 2 litri di frullato fresco come di passato caldo. Il motore da ben 1200 W assicura la giusta potenza senza che si registrino consumi elevati. Infine, questo Moulinex LM811D è ideato per essere riparato facilmente in caso di problemi, offrendo così la possibilità di fare un investimento duraturo e rispettoso dell’ambiente.

Moulinex LM811D

BRAUN - MQ9087 GOURMET

La tecnologia ACTIVEBlade di questo frullatore a immersione fa oscillare verticalmente le lame quando incontrano un ostacolo, così da velocizzare e rendere più agevole la lavorazione degli ingredienti duri e fibrosi. L’ottenimento delle preparazioni volute è facilitato anche dal sistema POWERBell Plsu, il gruppo lame con ampia superficie di taglio, che promette il 40% di sforzo in meno. Una delle caratteristiche critiche dei Minipimer precedenti è la fatica (ovviamente relativa) che ci vuole a mantenere l’elettrodomestico in posizione e insistere per ottenere un composto sufficientemente fine in ogni situazione. Difficoltà che il Braun MQ9087 ha superato, pure nel caso in cui non si taglino gli ingredienti. Grazie a Smart Speed basta imprimere una forza maggiore per aumentare la velocità, mentre EasyClick System Plus consente di togliere e aggiungere accessori in pochi gesti. L’avviamento lento è pensato per dare il tempo di decidere quale sia la velocità migliore da esercitare. Tra gli accessori non mancano il bicchiere graduato in plastica BPA free da 600 ml, la frusta in metallo per montare a neve o sbattere le uova, il ​passaverdure e lo schiacciapatate.

Braun Gourmet