Tecnologia Facile
#tecnologiafacile

Elettrodomestici

Guida alla scelta dell'asciugatrice, l'elettrodomestico che libera dai panni stesi
26.08.2015 - Guide e tutorial

Guida alla scelta dell'asciugatrice, l'elettrodomestico che libera dai panni stesi

Bucato asciutto come si desidera e nessun bisogno di stendere e poi ritirare i capi trattati dalla lavatrice, il che equivale a dire addio allo scomodo stendipanni che, a meno di non vivere in una casa abbastanza grande da poterlo confinare là, dove l’occhio non vede, si rivela una vera scocciatura sia alla vista che come ingombro. La soluzione perfetta però c’è: l’asciugatrice (o asciugabiancheria), elettrodomestico che, una volta affiancato alla lavatrice, ne diventa un compagno inseparabile. Un tempo indicata come macchina ingombrante, costosa, esosa di energia elettrica e difficile da usare, l’asciugatrice è da ormai diversi anni presa come esempio del livello tecnologico raggiunto e della ricerca profusa dalle migliori case produttrici per realizzare prodotti impeccabili sotto ogni punto di vista e veramente in grado di migliorare la qualità della vita domestica. Grazie a certificazioni in classe energetica A-60%, alla possibilità di posizionarla sopra la lavatrice e la presenza di programmi di asciugatura specifici anche per i capi più delicati e difficili da trattare come lana e seta, le moderne asciugatrici hanno insomma sgomberato il campo dei vecchi pregiudizi, a suon di tecnologia e cura del design.

Asciugatrice Electrolux-rex rdh3897sdw

Tra le principali soluzioni hi-tech da ricercare nella scelta dell’asciugatrice su misura per le proprie esigenze sono da annoverare: il motore Inverter o dotato di tecnologia analoga per affidabilità e silenziosità, la capienza variabile e il disegno della trama del cestello, per evitare le pieghe e gli sfregamenti dei capi e infine la tecnologia a pompa di calore, che assicura consumi ridotti. Quest’ultima, infatti, si differenzia dal tradizionale metodo a condensazione, il quale sfrutta un elemento riscaldante per generare aria calda, in quanto adotta un efficiente compressore dotato di due circuiti grazie ai quali creare aria calda e nel contempo condensare l’umidità prodotta. Ciò si traduce nell’utilizzo di temperature più basse a parità di risultati e quindi di un minor dispendio energetico, minore dispersione di calore e mantenimento di una temperatura costante durante tutta la fase di asciugatura, senza quei picchi che potrebbero rovinare i capi. A tutto ciò si aggiungono poi i molti sensori integrati grazie ai quali semplificare e velocizzare la procedura di selezione del programma di asciugatura più adatto in base al peso dei capi umidi tolti dalla lavatrice, i tipi di tessuti presenti, il grado di umidità che si desidera lasciare nei capi per facilitarne la stiratura e il tempo che si vuole dedicare al processo di asciugatura. I modelli più evoluti aggiungono poi l’uso del vapore per igienizzare e rinfrescare i capi meno sporchi, senza che questi debbano passare necessariamente dalla lavatrice.

Lavasciuga Miele WT-2780

Anche l’installazione di un’asciugatrice è alquanto semplice e non richiede particolari competenze: basta posizionarla a terra dove si preferisce o sopra la lavatrice per risparmiare spazio e collegare la spina. Nel caso si scelga questa seconda opzione è sempre bene usare il kit di fissaggio fornito dal costruttore ed è consigliabile optare per un’asciugatrice della stessa marca - se non addirittura linea - della lavatrice che già si possiede, così da favorire una posa perfetta tra i due elettrodomestici. Per smaltire l’acqua derivata dall’umidità estratta dai capi è invece possibile collegare l’apparecchio allo scarico dell’acqua della lavatrice con uno sdoppiatore oppure raccogliere l’acqua nel contenitore integrato nell’asciugatrice, da svuotare di tanto in tanto. Un’altra buona regola da osservare prima dell’acquisto riguarda la capacità di asciugatura in chilogrammi dell’asciugatrice, che dovrebbero corrispondere al massimo carico offerto dalla propria lavatrice. In questo modo è possibile ottimizzare il lavaggio facendo lavorare la lavatrice a pieno carico e poi spostare i capi nell’asciugatrice con la certezza che questa sia in grado di trattarli con la medesima efficienza. Sul mercato sono disponibili modelli da 6 a 9 kg, quindi adatti per qualsiasi tipo di utenza, dalla giovane coppia alla famiglia numerosa. Per quanto riguarda la versatilità, un’asciugatrice non si ferma davanti a nulla: non c’è infatti tessuto o indumento che non si possa inserire senza preoccupazioni nel cestello, compresi piumoni, tessuti delicati, tecnici, biancheria per bambini e lana. I vari programmi a disposizione riescono poi a coprire praticamente qualsiasi esigenza, come ad esempio l’eliminazione di pollini e acari tramite asciugature ad alte temperature, tempi lunghi e bassa umidità, oppure il riscaldamento di asciugamani e accappatoi per viziarsi subito dopo una doccia.

Tecnologia di sciugatura Whirpool

Per ottenere il massimo dall’asciugabiancheria è inoltre importante rispettare le indicazioni della casa madre sull’uso dei programmi dell’apparecchio e adattarli non solo in base alle proprie esigenze ma anche a seconda delle tipologie di capi e tessuti inseriti nel cestello. Fondamentale leggere con attenzione l’etichetta dell’indumento per assicurarsi che non vi sia la presenza del simbolo del quadrato sbarrato, che sconsiglia l’asciugatura a tamburo rotativo. È buona norma poi far completare il ciclo della lavatrice con la centrifuga a media o alta velocità così da ottenere panni non troppo bagnati a favore di un ciclo di asciugatura più breve ed efficace, il tutto rispettando i limiti di carico dell’apparecchio. Per mantenerne l’efficienza nel tempo, è bene osservare piccole regole di manutenzione saltuaria, quali lo svuotamento della già citata vaschetta dell’acqua di condensa - che può essere usata ad esempio per il ferro da stiro visto che è priva di calcare -, la pulizia dei filtri da eventuali pelucchi e del condensatore dalla lanugine. Quasi tutti i modelli sono dotati di spie che segnalano la necessità di intervenire, semplificando notevolmente tali rapide operazioni. Menzione finale per le lavasciuga, che riuniscono in un unico prodotto una lavatrice e un’asciugatrice. Si tratta di una soluzione indicata per chi desidera risparmiare sia in termini di spazio occupato sia di acquisto di un solo apparecchio invece di due separati. Le prestazioni di una lavasciuga sono paragonabili a quelle dei due elettrodomestici singoli, con una principale differenza: il carico massimo in lavaggio è superiore a quello concesso in asciugatura, quindi ad esempio una lavasciuga da 8 kg in lavaggio riuscirà a trattare un massimo di circa 7 kg in asciugatura.

Asciugatrice whirlpool hp8004